Ceccano, a settembre corso di mediazione civile e commerciale

“Tentare di aprire nuovi sbocchi occupazionali e formare nuove professionalità. É questa la linea che la Giunta, informata dal dott. Claudio Cerroni di poter offrire anche nel nostro territorio un corso di Mediazione Civile e Commerciale, ha deciso di seguire accogliendo l’interessante  proposta”. A parlare è il sindaco di Ceccano, Roberto Caligiore.Ceccano – dice il Sindaco Caligiore – prova così a diventare anche un polo di formazione, promuovendo autenticamente la possibilità di far acquisire a quanti si iscriveranno, l’abilitazione alla professione di Mediatore professionista che è oggi una qualifica molto richiesta. Tra l’altro l’azione condivisa dalla Giunta, grazie al patrocinio gratuito con il quale abbiamo deciso di sostenere questa iniziativa professionalizzante, permetterà ai partecipanti di poterla seguire con un abbattimento dei costi di iscrizione del 55%. Infatti il corso, che sarà affidato alla RES, ente formativo accreditato presso il Ministero della Giustizia, mentre altrove prevede una quota di iscrizione di 780 euro, grazie alla meticolosa attenzione da noi avuta, potrà essere frequentato a Ceccano alla quota ridotta di 320 euro. Il corso, della durata di 50 ore complessive, si terrà dal 21 al 25 settembre prossimi presso l’auditorium della Biblioteca, tenuto dal Dott. Piero Iafrate. La Giunta comunale ha voluto sostenere questa iniziativa, perché può incidere sullo sviluppo professionale dei nostri giovani concittadini, concetto espresso e condiviso da tutta la maggioranza, in quanto la validità di questo percorso offre una concreta possibilità a chi desidererà iscriversi ed anche ai dipendenti stessi del Comune, in possesso di titoli idonei per accedere a questa didattica di riqualificazione. Il corso si terrà a numero chiuso per un massimo di 30 partecipanti e per avere informazioni è già possibile chiamare i numeri attivati, che sono il 3287975089 oppure il 3314822137”. Il Dott. Claudio Cerroni dell’Osservatorio Ciceroniano sulla Mediazione, conferma “di aver accolto le esigenze di riduzione delle quote di iscrizione proposte dall’Amministrazione Caligiore, perché per i cittadini della mia città quest’occasione di formazione rappresenta davvero una possibilità concreta per futuri sbocchi lavorativi”.

 

CONDIVIDI