Frosinone, amministrative 2017: scintille tra Cristofari e Marini

“Non replico alle argomentazioni espresse dall’ex Sindaco Marini, attuale Capogruppo Consiliare del PD, in quanto ritengo le sue dichiarazioni basate sul risentimento personale più che su una analisi politica equilibrata, che dovrebbe sconsigliargli di intervenire con minacce di candidatura, peraltro già bocciata 5 anni fa dalla cittadinanza”. Con queste parole Fabrizio Cristofari risponde ad una intervista rilasciata dall’ex sindaco del Capoluogo su “Il Messaggero”, agitando le acque nel Partito Democratico in vista della prossima tornata di elezioni amministrative. “L’intervento di Marini – prosegue Cristofari -sembra un estremo tentativo di ostacolare la mia candidatura, che riceve consensi crescenti dei cittadini e credo rappresenti una opportunità reale per sconfiggere Ottaviani e permettere alla Città di uscire dal tunnel in cui è precipitata a causa di un decennio di cattiva amministrazione. Ricordo a Marini che i Cittadini sono per nulla interessati alle ambizioni personali, più o meno realizzate e alle beghe confinate nei partiti, ma desiderano un reale miglioramento della Città e delle loro condizioni di vita. Le perplessità che sorgono a confermare la disponibilità a candidarsi del sottoscritto, provengono da altre considerazioni. E’ vero che sono un iscritto del PD, ma il Sindaco di Frosinone appartiene ai Cittadini e la Città di Frosinone ha bisogno di essere governata. L’attuale quadro politico, gli incomprensibili rituali dai quali non riesce a liberarsi, non lasciano sereni per una proficua stagione di governabilità e per la soluzione degli annosi problemi che assillano i Frusinati”.

CONDIVIDI