Ceccano: Super-tecnologico test di ingresso al Liceo, immediato l’esito delle prove

Erano quasi 200, tutti connessi alla rete Eduroam del Liceo di Ceccano con il loro smartphone, o tablet o computer, il Byod (Bring Your Own Device, porta il tuo dispositivo) . Hanno iniziato alle 11 dopo essere stati inseriti in un gruppo di Google Classroom. Concluso il test di matematica alle 12,30, un quarto d’ora dopo era già tutto corretto.

Ecco le possibilità date dalla combinazione tra la banda ultra-larga della rete Garr, tramite Edunet dell’Università di Cassino e la scelta del Byod e grazie alla collaborazione dell’associazione “Sirio”. I ragazzi sono andati a scuola con il loro apparato e adesso i professori del Liceo, in una sola mattinata, hanno potuto avere un quadro completo della situazione dei loro allievi, e mettere di conseguenza in campo le risorse necessarie per recuperare i pre-requisiti eventualmente mancanti.

Tutti gli allievi hanno già ricevuto sulla loro posta elettronica il risultato del test. La metodologia Byod, infatti, consente di avere risultati immediati e già verificati. Ora toccherà ai docenti mettere in atto le strategie didattiche più adeguate al dato oggettivo. Intanto la preside, la professoressa Concetta Senese, ha voluto esprimere in un messaggio il suo ringraziamento agli allievi e alle famiglie che hanno colto l’opportunità offerta dal Liceo.

“Vi ringrazio per la vostra disponibilità – ha scritto la dirigente scolastica – che testimonia quanto valore diate alla scuola e alla sua offerta formativa. Avete accettato di ripassare qualcosa durante l’estate, grazie ai video messi a disposizione dagli insegnanti, e siete venuti a scuola prima dell’inizio effettivo delle lezioni, avete affrontato seriamente la prova. E’ un bellissimo inizio per il corso di Liceo che avete appena cominciato. Un grazie va anche agli insegnanti che hanno preparato gli strumenti elettronici necessari che hanno integrato i test d’ingresso. E’ stata una efficace dimostrazione di come le tecnologie e la rete Internet possano fortemente avvantaggiare i processi di apprendimento degli allievi”.