Frosinone: Alternanza Scuola-Lavoro, la Camera di Commercio finanzia i progetti

Un bando da 30mila euro per l’Alternanza Scuola-Lavoro in provincia di Frosinone. E’ questa la dotazione finanziaria messa a disposizione dalla Camera di Commercio, come previsto dalla Legge 107/2015 “La Buona Scuola” e dal decreto di riforma del sistema camerale, che si fa promotrice di progetti capaci di avvicinare Scuola e Lavoro favorendo così l’accesso dei giovani al mondo delle imprese.

Con la tenuta del Registro Nazionale dell’Alternanza Scuola-Lavoro, prevista tra le nuove funzioni che il Governo attribuisce alle Camere di Commercio, il dialogo tra Istituti Scolastici e sistema produttivo si fa più rapido e proficuo, consentendo di introdurre al mondo del lavoro gli studenti dell’ultimo Triennio degli Istituti Superiori e arginare, in questo modo, il fenomeno della dispersione scolastica e la crescita della cosiddetta “neet generation”,ovvero quella dei giovani che non studiano, non lavorano e non seguono percorsi formativi. L’avviso della Camera di Commercio è rivolto alle piccole e medie imprese e alle cooperative regolarmente iscritte nel Registro delle Imprese. Queste potranno manifestare il loro interesse ad ospitare gli studenti registrandosi sul portale http://scuolalavoro.registroimprese.it, consultabile anche dagli istituti scolastici, che a loro volta indirizzeranno gli alunni verso le aziende più adatte al loro corso di studi.

“Siamo impegnati da anni a favorire la comunicazione e la collaborazione tra scuole e imprese – sottolinea il presidente della Camera di Commercio frusinate Marcello Pigliacelli – e con l’Alternanza Scuola-Lavoro l’ente camerale diventa ufficialmente il punto di congiunzione tra questi due mondi, troppo spesso nel passato incapaci di interagire. Nel 2016 sono state 31 le imprese della Provincia di Frosinone che hanno aderito al Registro Nazionale dell’Alternanza. Certo non si tratta di un numero significativo, tuttavia ci porta ad essere la prima provincia del Lazio, dopo Roma, per le imprese iscritte. Mi auguro che sempre di più il nostro territorio riesca a recepire l’importanza di avvicinare scuola e imprese, perché accogliere gli studenti nelle aziende rappresenta uno dei modi per valorizzare le nostre risorse. E la nostra risorsa più grande sono proprio i giovani”.

I voucher a disposizione delle imprese saranno modulati a seconda del numero degli studenti ospitati, partendo da un importo minimo di 400 euro fino a un massimo di 800 per quelle aziende che accoglieranno 5 o più percorsi di alternanza. L’Aspiin, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Frosinone, si occuperà di fornire il supporto tecnico-operativo alle aziende e alle Scuole interessate. Le domande di richiesta dei contributi possono essere scaricate dal sito internet dell’ente camerale all’indirizzo www.fr.camcom.it, e potranno essere spedite esclusivamente tramite Posta Elettronica Certificata, fino al 18 novembre 2017, all’indirizzo internet promozione@fr.legalmail.camcom.it.