Fontana Liri: Ex Propellenti, l’Agenzia Industrie Difesa garantisce le produzioni alla senatrice Spilabotte

Il Direttore generale dell’Agenzia Industrie Difesa, Gian Carlo Anselmino, ha risposto alla lettera presentata dalla senatrice Maria Spilabotte, su sollecitazione del sindaco di Fontana Liri Gianpio Sarracco, in merito alla situazione dello Stabilimento Militare ex Propellenti.

Anselmino, nella sua missiva, ha precisato che dopo un breve periodo di sospensione le lavorazioni sono riprese regolarmente, nella prospettiva di rispettare in pieno gli impegni commerciali presi, coerentemente con il progetto di rilancio industriale del sito. Tuttavia è indubbio che tutte le unità produttive sotto il controllo dell’Aid, compresa Fontana Liri, sono afflitte da progressive perdite di professionalità e il fenomeno è destinato ad ampliarsi nel breve termine a causa dei pensionamenti. Pertanto, in tale ottica e in prospettiva, il Direttore dell’Aid ha dato la disponibilità per un eventuale approfondimento congiunto con gli organi competenti del Ministero, al fine di individuare una soluzione rapida anche di natura legislativa.

Intanto, per martedì prossimo 3 ottobre, alle ore 10, è convocato un primo incontro presso il Sottosegretario alla Difesa Gioacchino Alfano. Vi prenderanno parte il Direttore dell’Aid Anselmino, i senatori Maria Spilabotte e Francesco Scalia, l’onorevole Nazzareno Pilozzi, il consigliere regionale Marino Fardelli e il sindaco di Fontana Liri Gianpio Sarracco. La riunione affronterà gli strumenti normativi da proporre per fare in modo che gli stabilimenti diretti dall’Agenzia Industrie Difesa possano competere sul mercato.

In proposito, la senatrice Maria Spilabotte ha commentato: “Ringrazio il direttore Anselmino per la risposta in tempi rapidi e per la sua disponibilità. Nell’incontro di martedì cercheremo di discutere sui problemi normativi che limitano l’Agenzia Industrie Difesa che, pur essendo un ente pubblico deve competere nel mercato privato, ed è bene lavorare in sinergia per produrre un provvedimento normativo idoneo che dovrà essere poi inserito nella prossima legge di stabilità, in modo da rilanciare e tutelare lo stabilimento”.
Soddisfazione è stata espressa anche dal consigliere regionale Marino Fardelli, che si è interessato per coinvolgere il sottosegretario alla Difesa Gioacchino Alfano e sollecitare l’incontro di martedì prossimo.
Infine, il sindaco di Fontana Liri Gianpio Sarracco ha aggiunto: “Confermiamo il nostro impegno a salvaguardia dello stabilimento. L’incontro di martedì servirà a valutare provvedimenti normativi che potranno supportare ed aiutare lo Stabilimento, successivamente convocheremo il tavolo inter-istituzionale presso il nostro Comune al quale saranno invitati, oltre i partecipanti all’incontro di martedì, anche il Prefetto Emilia Zarrilli e le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil”.