Veroli: Approvato dal Consiglio comunale il Bilancio consolidato 2016

Il Consiglio comunale di Veroli, nella seduta di ieri, ha approvato tutti gli argomenti all’ordine del giorno, tra cui il Bilancio consolidato dell’Esercizio finanziario 2016. Il documento contabile risulta di fondamentale importanza per la gestione economico-finanziaria dell’ente.

“Il mantenimento degli equilibri di bilancio – ha detto il sindaco Simone Cretaro – è da sempre un obiettivo primario dell’Amministrazione. Questo ci ha consentito finora di avere una gestione che ci permette di continuare a erogare servizi prioritari per la cittadinanza, come quelli scolastici e sociali, senza aumentare le tariffe dei tributi locali. Approvare il Bilancio consolidato del 2016 oltre che rispettare le stringenti norme di riferimento, ci consente di proseguire sulla strada intrapresa della gestione equilibrata e soprattutto senza eccessi, come dimostrano anche le variazioni al Bilancio di previsione 2017/2019 portate all’attenzione del Consiglio”.

L’Assise civica ha provveduto anche alla variazione al Programma triennale delle opere pubbliche 2017/2019, aggiornando l’elenco dei lavori da realizzare nel corso del 2017. In particolare, sono stati previsti investimenti per 600mila euro da utilizzare per la realizzazione di una tensostruttura al servizio della Scuola Media del Giglio, che andrà a sostituire l’attuale palestra; e investimenti per 1 milione di euro da destinare al completamento del Palazzo dello Sport sia per l’arredo interno che per la sistemazione dell’area esterna.

“Si tratta di investimenti – ha spiegato il primo cittadino – che saranno possibili grazie alle opportunità date ai Comuni dal Credito Sportivo e dall’Anci nazionale, che prevede la possibilità di accedere a finanziamenti a costo zero sugli interessi per le strutture sportive. Quindi, parteciperemo al bando Sport Missione Comune con scadenza il prossimo 28 ottobre, come abbiamo già fatto per la programmazione del campo di calcio a Casamari, per ottenere finanziamenti importanti”.

Nelle interrogazioni rivolte all’Amministrazione, in particolare dai consiglieri Rufa sull’opportunità di attivare un centro per la procreazione assistita a Veroli, e Lombardi con quest’ultimo che ha evidenziato il suo mancato coinvolgimento quale presidente della Commissione Sanità in merito ai ventilati ridimensionamenti o dismissioni dei servizi sanitari sul territorio, il sindaco ha ribadito: “Il servizio della procreazione assistita, già richiesto, deve essere prima inserito nel Piano sanitario provinciale perché al momento non è previsto. Abbiamo avuto, inoltre, ampie garanzie dai vertici della Asl di Frosinone che i poliambulatori e gli altri servizi attivi non saranno toccati. Anzi, che si stanno prendendo in considerazione, di concerto con i tecnici e responsabili della Asl, altre possibili sedi rispetto all’attuale, proprio nella prospettiva di ampliare complessivamente l’offerta sanitaria a Veroli, rendendo la sede più confortevole e più accessibile anche per le persone anziane e disabili”.

Infine, fra le voci approvate anche il regolamento del gruppo comunale dei volontari della Protezione civile, strumento importante per la gestione del piano delle emergenze in caso di calamità naturali e altre situazioni critiche per l’incolumità delle persone.