Terracina: “Digitale in rosa” all’ITS Bianchini

Grande successo presso l’ITS Bianchini di Terracina dei corsi gratuiti di Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica rivolti ai ragazzi dai 10 ai 14 anni che frequentano la scuola media. Sono stati ben 38 gli studenti, 22 ragazze e 16 ragazzi, che hanno partecipato al progetto “Digitale in rosa” ideato dalle docenti Simona Ciocia e Francesca Marconi che si sono aggiudicate il finanziamento del Ministero delle Pari Opportunità previsto per iniziative in grado di favorire la diffusione delle discipline scientifiche presso il genere femminile. Nonostante la specificità di genere dei destinatari del progetto, ha frequentando i corsi circa il 40% di appartenenti al genere maschile.
Il successo che i corsi STEM hanno ottenuto, testimoniato anche dal gradimento mostrato dalle famiglie, è senz’altro dovuto al loro carattere di laboratori, in cui i ragazzi hanno appreso secondo una metodologia didattica fondata sull’esperienza e la partecipazione attiva, sull’immediata trasformazione delle conoscenze, dell’apparato teorico in competenze.
In spazi tecnologici innovativi, con stampanti in 3D, PC, LIM e Tablet, organizzati per favorire la creatività, si sono svolti laboratori, condotti anche da docenti universitari, di uso della stampante 3 D, Coding, monta e smonta PC, giochi interattivi, scrittura e lettura creativa con conferenze su tematiche legate alla realtà culturale, economica, ambientale della città e del territorio con testimonianze di iniziative che vedono protagoniste le donne.
I corsi STEM, che hanno il patrocinio del Museo di Priverno, della Facoltà di Ingegneria Informatica dell’Università “La Sapienza di Roma, di Araknia stampante 3D, del MIUR e del Ministero delle Pari Opportunità, sono terminati in coincidenza dell’inizio del nuovo anno scolastico con una cerimonia di premiazione con la consegna dell’attestato di frequenza dei corsi STEM e il diario del coding.