Cori: Danni della siccità alle coltivazioni, il Comune apre alle domande per i risarcimenti

La siccità causata dai lunghi mesi senza pioggia e il caldo record hanno determinato in tutta la provincia di Latina importanti cali di produzione nel settore agricolo. Anche a Cori le condizioni climatiche eccezionali hanno danneggiato varie coltivazioni, dalla vite, all’olivo, al kiwi, presenti sull’intero territorio comunale, con rilevanti perdite registrate nei raccolti.

Si tratta peraltro di condizioni che hanno colpito tutto il Lazio tanto che il Presidente della Regione, Nicola Zingaretti, ha firmato a luglio il decreto con cui è stato dichiarato lo stato di stato di calamità naturale.
Da queste premesse, l’assessorato all’Agricoltura del Comune di Cori si è messo a disposizione dei coltivatori per raccogliere i dati relativi alle singole aziende e portarli all’attenzione degli uffici provinciali preposti affinché siano riconosciute le misure di sostegno ai redditi agricoli compromessi dalla lunga siccità. Sarà il Mipaaf a stanziare i fondi necessari a garantire il risarcimento dei danni subiti.

L’assessorato di Cori, pertanto, invita gli imprenditori agricoli iscritti al Registro delle imprese operanti nel Comune a far pervenire le segnalazioni di eventuali danni subiti alle produzioni, alle scorte e alle colture agricole. Tali segnalazioni, attraverso il modulo scaricabile dal sito comunale o reperibile presso gli Uffici Agricoltura dovranno pervenire entro lunedì prossimo, 23 ottobre, mediante consegna a mano all’Ufficio Protocollo o mediante e-mail al seguente indirizzo: protocollocomunedicori@pec.it.