Daniela Bianchi: Aree interne e piccoli Comuni, la prossima sfida della Regione Lazio

“Dopo aver risanato i conti, salvato il Lazio e riavviato lo sviluppo dell’intera regione è il momento di affrontare una nuova sfida, quella di lavorare allo sviluppo dei piccoli Comuni e delle aree interne”.
Lo ha dichiarato Daniela Bianchi, consigliera regionale del gruppo “Insieme per il Lazio”, a margine della tavola rotonda su “Sviluppo Locale per nuove opportunità”, tenuta a Bruxelles nei giorni scorsi e organizzata dalla cooperativa “Elp Coop” di Frosinone, alla quale hanno preso parte parlamentari europei, rappresentati di categoria e consiglieri regionali.

“Bandi, aiuti alle imprese, servizi ai cittadini e politiche di sviluppo non possono essere uguali tra una metropoli come Roma e un piccolo paese della Valcomino – ha proseguito Daniela Bianchi – La prossima sfida che dovremo vincere sarà quella di cucire intorno ai territori e alle loro caratteristiche le azioni regionali avviate in questi anni. A maggior ragione in un periodo storico in cui le Province sono state cancellate, Farlo prima, con un’economia regionale in grave difficoltà e con una Regione sull’orlo del fallimento, sarebbe stato impossibile e proporlo una presa in giro ai Comuni. Adesso, però, abbiamo le condizioni per adattare i tanti interventi regionali in base alle reali caratteristiche dei territori. – ha concluso la consigliera regionale – Partendo dal turismo e dall’agricoltura, l’obiettivo sarà quello di mettere in campo un forte sviluppo locale, in particolare delle aree interne, per impedirne lo spopolamento. Non vogliamo più che famiglie e giovani siano costretti ad andarsene via per l’assenza di opportunità e servizi. In questo senso va la proposta del Presidente Zingaretti di creare una delega assessorile dedicata ai piccoli Comuni e allo Sviluppo locale, lanciata qualche settimana fa. Non si tratta di dare voce al campanilismo ma, per la prima volta, scrivere provvedimenti, leggi e bandi capaci di adattarsi alle piccole realtà territoriali. Azioni capaci di sfruttare la bellezza di queste realtà per produrre economia e una migliore qualità della vita”.