Ceccano: Torna nel Castello dei Conti il Premio Nazionale “Cronache del Mistero”

Sabato 9 dicembre, alle ore 9 presso la suggestiva cornice del Castello dei Conti di Ceccano si terrà la quarta edizione del Premio Nazionale “Cronache del Mistero”, che anche quest’anno sarà condotto dallo scrittore e ricercatore storico Giancarlo Pavat

L’iniziativa è stata organizzata dallo staff di “Punto sul Mistero”, “Promedia” e “Perlawebtv”, con partner dell’evento le riviste nazionali leader del Mistero, Fenix ed Hera di Adriano Forgione, nonché le associazioni culturali “Spina nel Fianco” di Ceccano e “ViviCiociaria” guidata da Alex Vigliani.

Il ritorno a Ceccano del Premio Nazionale “Cronache del Mistero” è stato voluto dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Roberto Caligiore, in particolare dal vicesindaco nonché assessore ai Grandi eventi Massimo Ruspandini e dall’assessore alla Cultura Stefano Gizzi. Il tutto nell’ambito del rilancio della storia e della Cultura locale con l’idea del cosiddetto “Turismo del Mistero”.

Il Premio si presenta infatti come una occasione irripetibile per far conoscere Ceccano, il suo Castello e i suoi importanti monumenti a un vasto pubblico, nonché per portare in città studiosi, ricercatori, personaggi della Cultura a livello nazionale. Anche quest’anno la rosa dei Premiati e degli ospiti è di altissimo livello. Questi i nomi dei premiati.
Il professor Teodoro Brescia, docente all’Università di Bari. Ha realizzato uno straordinario studio sulle Costellazioni scolpite sul Sarcofago paleocristiano conservato a Boville Ernica.

L’ingegner Franco Manfredi di Piacenza, ispirato dagli articoli pubblicati sul sito www.ilpuntosulmistero.it relativi alle scoperte di Marisa D’Annibale sull’Esadattilia a Ceccano, ha svolto diverse ricerche effettuando a sua volta notevoli scoperte su casi analoghi in Trentino e nella Pianura padana. Inoltre ha scritto il libro “Lo strano caso delle sei dita” che presenterà durante l’evento di sabato 9 dicembre.

Giuseppe Cudia, siciliano di Marsala, esperto esploratore e archeologo subacqueo ha scoperto una nave romana o cartaginese (non è ancora chiaro) naufragata nella laguna di Mozia. Scoperta che ha suscitato enorme clamore soprattutto all’Estero, perché sono rarissime le navi dell’epoca delle guerre puniche ritrovate sott’acqua.

L’astronomo Nicola Tosi dell’Osservatorio dell’Appennino piacentino, che da anni studia come metodi scientifici le Earthlight. Merita una visita il sito internet “Project Uap” per capire di quale sconvolgente realtà si tratta.

Inoltre, ci sarà la Troupe di “Misteri su due ruote” (Sky) che hanno realizzato il documentario sulle ricerche e scoperte a Ceccano svolte negli ultimi due anni dal “Mistery Team” del “Il Punto sul Mistero”.
Verrà a Ceccano anche una star televisiva, il professor Daniele Gullà di Bologna, scienziato, ricercatore, collaboratore con la Polizia scientifica e i Ris.
Un’altra presenza importante sarà anche quella dell’archeologo Generoso Urcioli del Museo d’Arte Orientale di Torino, che al Premio Nazionale “Cronache del Mistero” parlerà di ricette dell’epoca delle Crociate e dei Templari. Inoltre, fra gli ospiti spiccano i nomi di Giulio Rossi e Angelo Boezi con il loro libro sulle ultime scoperte megalitiche ad Alatri. E ancora: Adriano Forgione, Giancarlo Marovelli, Domenico Rotundo. Spazio anche ai giovani con Stefano Pinna dalla Sardegna ed alle sue riproduzioni di famosi reperti archeologici scolpiti nella pietra.

Ma non è tutto. Durante l’evento, che avrà una pausa dalle 13 alle 15 e terminerà alle 17, ci sarà anche un ospite misterioso del mondo del cinema, oltre all’inaugurazione della nuova sala del castello, restaurata e dedicata al Cardinale Annibaldo dei Conti di Ceccano.