Alatri: Venerdì special-event in ricordo del grande violinista jazz Stephane Grappelli

Ad Alatri tutti sanno dove sia la torre Grappelli, non tutti però associano quel nome a uno dei più celebri musicisti della storia del Jazz. Stéphane Grappelli, di origini alatrensi come egli stesso ricorda nella sua autobiografia, trasferitosi in Francia (da qui il cambio di accentazione del cognome), ha segnato profondamente la musica del Novecento firmando brani memorabili e collaborando con artisti del calibro dei Pink Floyd e di Django Reinhardt.

Venerdì prossimo, 26 gennaio, nel 110° anniversario della nascita, l’Associazione Gottifredo dedicherà proprio al violinista Jazz un evento dal tono speciale. L’inizio della manifestazione è fissato alle 18 e nel corso della serata, che si terrà presso il CoWorking Gottifredo, in via Emanuele Lisi 2, si alterneranno racconti e un omaggio in streaming della scuola di Jazz del Conservatorio di Frosinone.

“È un ricordo – dichiara la giornalista Paola Rolletta, prima firmataria dell’appello per il conferimento della cittadinanza onoraria post-mortem al Maestro – che consideriamo doveroso. Per me sarà un onore raccontare la sua biografia che sarà impreziosita dal contributo del segretario personale di Stéphane, con noi via Skype da Parigi”. La serata si concluderà presso la torre Grappelli, illuminata ad hoc per l’occasione dal proprietario, Ottavio Minnucci e da Bruno Scerrato.