Arce: La XV Comunità montana “Valle del Liri” approva il Bilancio

Si è svolto ad Arce, nella sede della XV Comunità Montana “Valle del Liri” il Consiglio comunitario. L’unico punto all’ordine del giorno è stato l’approvazione del Bilancio. Hanno presieduto l’assemblea il presidente Gianluca Quadrini, il vicepresidente Antonio Di Sotto, il presidente del Consiglio comunitario Luigi Germani, l’assessore comunitario Sergio Di Folco e il direttore generale Luca Di Maio. Erano presenti anche l’assessore Antonio Di Adamo e l’assessore Amilcare D’Orsi.

Quadrini ha ringraziato l’intera Giunta e tutti i consiglieri comunitari che hanno approvato, tranne uno, il bilancio che prevede investimenti per 500mila euro per lavori da effettuare nei Comuni appartenenti al circuito dell’ente montano, nonchè per l’acquisto di trattori e trince per il taglio dell’erba e la pulizia del territorio comunitario che verrà dotato anche di un servizio antincendio.

“Tanti sono i progetti finanziati nei 19 Comuni del circuito montano che stiamo portando avanti, alcuni già conclusi come i lavori sulla strada di collegamento via Campo La Guzza con via Villa Carrara a Broccostella; l’Orto botanico e il riscaldamento della palestra a San Vittore nel Lazio; mentre altri partiranno a giorni come a Villa Santa Lucia, Terelle e Colle San Magno. Stiamo chiudendo un importante lavoro a Castelliri, in una zona periferica bisognosa di segnaletica stradale, e presto partirà anche il rifacimento di un muro a Santopadre. In cantiere abbiamo un progetto già approvato di videosorveglianza a Fontana Liri, mente a Colfelice inizieremo la sistemazione di un tratto stradale con problemi di acque reflue. Invece, è concluso il progetto di sistemazione del parco giochi a Cervaro. Infine, è stato finanziato l’ambizioso progetto della strada di collegamento tra Isola Liri e Arpino che risolverà tanti problemi facendo risparmiare agli automobilisti ben 7 chilometri”.

Il presidente Quadrini ha ricordato, come grazie al ricorso intrapreso insieme alla XIII Comunità Montana contro la Regione responsabile di un taglio di un milione di euro tolto dal budget generale di 6 milioni e 300mila euro, fatto nei confronti di tutte le 22 Comunità Montane del Lazio, è stato possibile un risparmio notevole, visto che a dicembre la Regione ha rimesso la somma a disposizione, da ripartire tra gli enti comunitari regionali.

“Senza dimenticare – conclude Quadrini – il recupero di altri fondi relativi alla famosa Legge 1162 sulla Montagna, che erano stati dimenticati e poi ripresi grazie alla mia caparbietà. Si tratta di circa 500mila euro destinati ad altri Comuni non toccati dalla prima ripartizione dei fondi dello scorso anno. Una parte di questi finanziamenti saranno destinati all’acquisto di trattori, trince, mezzi e sistemi antincendio di cui la Comunità Montana deve essere assolutamente in possesso per svolgere i relativi servizi, visti anche i numerosi incendi sul territorio l’estate scorsa”.