Sora: Domani il “Giorno del Ricordo” per non dimenticare i Martiri delle foibe

Il Comune di Sora rinnova il Giorno del Ricordo per mantenere viva la memoria dei Martiri delle foibe. Con la legge n° 92 del 30 marzo 2004, il Parlamento italiano ha istituito “Il Giorno del Ricordo” che viene celebrato il 10 febbraio, con l’obiettivo di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli Italiani e di tutte le vittime delle foibe, uccise dalle milizie comuniste del maresciallo Tito, e dell’esodo dalle loro terre degli Istriani, Fiumani e Dalmati nel secondo dopoguerra.

Conoscere, riflettere ed approfondire uno dei momenti più dolorosi della storia del nostro Paese è anche l’occasione per le giovani generazioni di rinsaldare i valori della pace, della tolleranza e il rispetto dell’altro che sono cardini della nostra carta costituzionale.
Per celebrare la significativa ricorrenza lunedì 22 gennaio 2018 si è svolto l’incontro “Le foibe: dall’origine del dramma all’esodo obbligato”, presso la sala consiliare del Comune di Sora organizzato dall’associazione “Rinascita-Spazio Identitario”.  E’ stato invitato il presidente della Federesuli (già presidente Anvgd) Antonio Ballarin. La Federazione delle Associazioni degli Esuli Istriani Fiumani e Dalmati (FederEsuli) è un’istituzione che riunisce in un unico ambito diverse realtà associative nate in seno alla diaspora giuliano-dalmata del secondo guerra. L’obiettivo essenziale della Federazione è la perpetuazione dell’identità culturale e storica delle Comunità istriane, fiumane e dalmate, quali si sono formate nella Venezia Giulia ed in Dalmazia attraverso la civiltà romano-veneta e italiana.