Ceccano: Progetto “Torno subito”, a segno l’evento promosso da Daniela Bianchi

Un evento diverso dai soliti incontri politici è stato  organizzato dalla capolista della Lista Zingaretti Daniela Bianchi, presso le “Officine Utopia” a Ceccano. Un folto pubblico formato quasi interamente di giovani ha potuto ascoltare dalla viva voce dei protagonisti le storie di sei ragazzi della nostra provincia che, con il sostegno della Regione, stanno realizzando il loro progetto di vita.

Giulia e Daniele con “Torno Subito” si sono specializzati all’estero nelle produzione cinematografica e nella regia. Il loro viaggio, finanziato interamente dalla Regione Lazio, li ha portati a seguire un Master a Buenos Aires per un valore di 7mila euro (oltre al pagamento di tutte le spese fino a 740 euro), quindi hanno continuato il loro progetto in importanti case di produzione qui in Italia.

Collegata dalla Francia, la giovane laureata in letteratura Giulia ha raccontato la sua esperienza sempre con “Torno Subito” che le ha permesso di approfondire la letteratura anglosassone direttamente in Irlanda, con viaggio, alloggio e master pagati Regione oltre alla diaria mensile.

Poi è stata la volta di due giovani imprenditori agricoli ciociari, Davide e Mickey, fra i 1.278 su base regionale, che hanno ricevuto a fondo perduto ben 70mila euro per avviare la loro impresa agricola con l’acquisto di attrezzature, ricoveri per gli animali e terreni. Davide è anche studente di Agraria e con i fondi regionali è riuscito a trasformare la sua passione in lavoro. A queste storie si è aggiunta quella di Damiano, giovane medico che con la Comunità di Sant’Egidio sta realizzando un progetto legato alle vaccinazioni di bambini e migranti.

“Ho voluto organizzare questo evento dedicato ai giovani e soprattutto fatto dai giovani perché nell’era delle promesse facili era necessario che a parlare fosse la voce di una nuova generazione che si sta dando da fare, e che la Regione ha sostenuto – spiega Daniela Bianchi – La risposta è stata quasi inaspettata, con Officine Utopia interamente piena di ragazzi e ragazze. Le cose fatte che abbiamo raccontato non appartengono né a Zingaretti né ai consiglieri o assessori uscenti, ma ai cittadini che hanno dimostrato di sapersi prendere le opportunità che abbiamo messo in campo. Questa è la politica che vogliamo continuare a fare, quella di giovani che si costruiscono il futuro senza bisogno di pacche sulle spalle o di ringraziare il potente di turno”.