Cultura della legalità: incontri dei carabinieri con gli studenti di Veroli, Anagni e Morolo

Al Liceo Scientifico “Giovanni Sulpicio” di Veroli, i militari della Stazione cittadina hanno tenuto una conferenza ai giovani studenti nell’ambito delle iniziative sul protocollo d’intesa “Contributi dell’Arma dei carabinieri alla formazione della cultura della Legalità”, stipulato tra il Comando Generale del Corpo e il Ministero dell’istruzione.

Alla conferenza ha partecipato il comandante della Stazione Giovanni Franzese e i carabinieri del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Latina. Nel corso dell’incontro sono state fornite ai ragazzi notizie circa l’organizzazione dell’Arma e sui compiti che svolge, con un particolare riferimento ai reparti speciali. Nonché nozioni in materia di sostanze stupefacenti, bullismo e cyberbullismo e ulteriori informazioni consultabili sul sito istituzionale www.carabinieri.it.

I militari del Nas (Nucleo Antisofisticazione e Sanità) hanno illustrato le conseguenze scaturite dalle sofisticazioni alimentari e i rischi penali nei quali si incorre in caso di violazione delle normative vigenti. Gli studenti, invece, hanno formulato diverse domande ai relatori, dimostrando di apprezzare e gradire l’iniziativa.

Una analoga iniziativa collegata al protocollo di intesa “Contributi dell’Arma dei Carabinieri alla formazione della cultura della legalità” si è svolta ad Anagni ieri mattina presso l’Istituto di Istruzione Superiore per Geometri e Ragionieri “Guglielmo Marconi”, con una conferenza alla quale hanno partecipato un centinaio di studenti.

Nel corso dell’incontro, il capitano Daniela De Guz, del Gruppo carabinieri forestali di Frosinone e il tenente Vittorio Tommaso De Lisa, comandante della Compagnia di Anagni, dopo avere illustrato ai ragazzi le attività dei Reparti dell’Arma, hanno affrontato temi di interesse generale e d’attualità, quali la tutela dell’ambiente, il consumo e gli effetti delle droghe sulla salute, lo stalking e la pedopornografia.

Gli studenti hanno partecipato attivamente all’incontro, formulando interessanti domande, nel corso delle quali è emersa la consapevolezza dei giovani circa la vicinanza dell’Arma e delle Istituzioni a tutti i cittadini, specialmente ai ragazzi che sono stati anche sensibilizzati sul corretto utilizzo di Internet e dei social network. Molti studenti, inoltre, hanno dimostrato di essere informati sulle enormi risorse in termini di conoscenze e, soprattutto, consigli utili e informazioni consultabili visitando il sito www.carabinieri.it.

Infine questa mattina, la Compagnia carabinieri di Anagni ha tenuto un’altra conferenza per gli studenti della Scuola Media “Ernesto Biondi” di Morolo, alla quale ha partecipato il luogotenente Pierluigi De Rosa, comandante della locale Stazione. Anche questa iniziativa, ovviamente, era collegata al protocollo di intesa “Contributi dell’Arma dei carabinieri alla formazione della cultura della legalità”, che il Comando Generale dell’Arma ha concordato con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Nel corso dell’incontro, dopo avere illustrato ai ragazzi le attività dei vari Reparti dei carabinieri, il luogotenente De Rosa ha affrontato temi di interesse generale e d’attualità quali lo spaccio, il consumo e gli effetti sulla salute delle sostanze stupefacenti, soffermandosi particolarmente sui reati di stalking e pedopornografia. Gli studenti hanno partecipato attivamente alla conferenza, formulando interessanti domande da cui è emersa la consapevolezza dei giovanissimi circa la vicinanza dell’Arma e delle Istituzioni a tutti i cittadini, con speciale riferimento ai ragazzi che sono stati anche sensibilizzati sul corretto utilizzo di Internet e dei social network.