Frosinone: Durigon e Zicchieri (Lega) raccolgono l’Sos per l’inquinamento nel Capoluogo

La Lega per Salvini premier vuole fare luce su un’area inquinata che può creare seri rischi per la salute dei cittadini ciociari.

“Siamo pronti a raccogliere il grido d’allarme dei Medici di Famiglia per l’Ambiente e avviare un confronto con loro sui temi dell’inquinamento atmosferico e del suolo, per intervenire in maniera efficace e decisa e far partire, finalmente, la bonifica dei territori maggiormente a rischio”. Lo affermano i neo-eletti deputati della Lega Claudio Durigon e Francesco Zicchieri rispondono così all’appello dell’associazione dei Medici di famiglia che, nel corso di un recente convegno, hanno sottolineato come, nell’atmosfera del Capoluogo ciociaro e del territorio circostante ci sia una concentrazione di sostanze nocive tre volte superiore a quella di Torino.

“Non è più tempo di negare l’evidenza perché i dati raccolti parlano chiaro – proseguono i due parlamentari – I livelli di Pm10 nell’atmosfera sono oltre ogni livello di guardia e si è molto vicini ad arrivare a una situazione irreversibile che metterebbe a rischio la salute delle popolazioni. Ma l’inquinamento proviene anche dalla Valle del Sacco e la sua bonifica tarda ad essere effettuata. In alcune zone, nonostante siano interdette, si continuano a far pascolare gli animali che producono alimenti contaminati. Le conclusioni dello studio epidemiologico territoriale sono drammatiche perché portano a galla una provincia dei veleni violentata dagli insediamenti industriali. Le malattie sono in crescita e il futuro, se non si interverrà presto, sarà drammatico. Intanto, l’associazione dei Medici di Famiglia per l’Ambiente di Frosinone e provincia aspetta ancora valide risposte dalla politica”.

Durigon e Zicchieri concludono: “Il problema ambientale della Valle del Sacco è molto delicato e ha bisogno di uno studio approfondito. Proprio per questo gli appelli dei medici della provincia di Frosinone non devono cadere nel vuoto”.