Frosinone: Progetto “Test” delle Acli per sostenere i giovani poveri o svantaggiati

Sviluppare e potenziare le misure volte all’integrazione sociale e lavorativa dei giovani svantaggiati, contrastando le condizioni di povertà, è l’obiettivo primario del progetto “Test” (Territorio, Economia, Sociale, Tradizione), promosso e gestito in Ats dall’Acli di Frosinone, associazione capofila, da Enaip Impresa Sociale, e da Cooperativa Sociale Autentica. L’iniziativa è stata approvata dalla Regione Lazio in risposta all’avviso nell’ambito dell’Asse II “Inclusione sociale e lotta alla povertà” del Por Lazio Fse 2014/2020.

I destinatari del progetto, come spiegano i promotori, sono i giovani in condizioni di povertà e disagio sociale, economico o con disabilità riconosciuta, italiani e stranieri, residenti nei Comuni di Sant’Elia Fiumerapido, Cervaro, San Vittore nel Lazio, San Biagio Saracinisco, Viticuso, Vallerotonda, Acquafondata. Nello specifico, si tratta di 15 soggetti (18-29 anni) da rendere protagonisti di azioni di “empowerment”, di accompagnamento, formazione e rilancio professionale, grazie al know-how consolidato nel tempo, dai soggetti promotori e della rete dei partner formata da “Gal Verla”, “Gal Versante Laziale del Parco Nazionale d’Abruzzo”, Consorzio dei Comuni del Cassinate (ovvero i Comuni a cui è rivolta l’azione di Test), Acli Terra, Associazione “Universo Integrato” e Associazione “A. Legaccio”.

E’ ancora possibile segnalare giovani beneficiari del progetto, residenti nei territori indicati. Le realtà locali che desiderassero farlo, possono comunicarlo quanto prima all’indirizzo email: frosinone@acli.it o ai recapiti telefonici: 0775/1880443 – 338/2180070 – 348/8980036.