Frosinone: “Storie di Alternanza”, premiati gli Istituti scolastici vincitori

Si è svolta questa mattina a Frosinone, nella Casa della Cultura “Giuseppe Bonaviri” la premiazione del bando “Storie di Alternanza”, un evento organizzato dalla Camera di Commercio e dall’Azienda Speciale Aspiin. Durante la cerimonia sono stati consegnati premi e attestati agli Istituti scolastici ciociari che si sono distinti, a livello locale, nella realizzazione dei video-racconti sui percorsi di alternanza Scuola-Lavoro.

“Storie di Alternanza”, infatti, è un Bando di Unioncamere e Camere di Commercio italiane, indetto a livello locale e nazionale per dare visibilità alle esperienze maturate nell’ambito dei percorsi di alternanza. Gli studenti e gli insegnanti sono stati chiamati a realizzare cortometraggi sui rispettivi progetti, mettendo alla prova le loro capacità narrative e servendosi di strumenti audiovisivi. La premiazione di oggi ha riguardato sia la sessione del 2017 sia la sessione del 2018 del bando, a loro volta suddivise nelle sezioni Licei e Istituti Tecnici.

Grande l’emozione degli studenti che hanno ricevuto il giusto riconoscimento per il lavoro svolto nei percorsi di alternanza e nella realizzazione dei documentari. Hanno consegnato i premi il Presidente dell’Aspiin Genesio Rocca, la referente provinciale dell’Ufficio Scolastico Regionale, Patrizia Campagna, il responsabile dell’Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio di Frosinone e membro della Commissione che ha valutato i video realizzati dagli studenti, Giuseppe Masetti.

“L’Aspiin ha vissuto con entusiasmo, insieme alle Scuole, la partecipazione al Bando “Storie di Alternanza – ha detto il presidente Genesio Rocca – Scuole che abbiamo voluto stimolare ancora di più affiancando gli studenti, durante la realizzazione dei video racconti con la presenza di un professore-regista, Salvatore Aiello, che ha messo la sua esperienza nel settore audiovisivo a disposizione, per dare le direttive più adatte su come produrre, a livello pratico, i video per il concorso”. L’iniziativa dell’Aspiin non ha avuto eguali in tutta Italia, ed è stata molto apprezzata da studenti e insegnanti.

I percorsi di alternanza scuola lavoro – ha aggiunto la referente provinciale dell’Ufficio Scolastico Regionale, Patrizia Campagna – ormai resi obbligatori anche per i Licei dopo la riforma della Buona Scuola, sono un arricchimento sia per gli studenti, sia per le imprese. Siamo felici di avere registrato una tale partecipazione al bando Storie di Alternanza. E’ il segnale che, a livello provinciale, ha funzionato tutto alla perfezione: scuole, imprese, il ruolo di riferimento della Camera di Commercio di Frosinone e l’operatività dell’Aspiin”.

Abbiamo ottenuto buoni risultati a livello locale – ha sottolineato il Responsabile dell’Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio, Giuseppe Masetti – per le prossime edizioni del premio mi permetto di suggerire agli Istituti Scolastici un coinvolgimento ancora maggiore delle aziende e dei tutor che affiancano gli studenti, e magari puntare a distinguerci nella competizione sui video-racconti anche in ambito nazionale”.

Nella sessione 2018 i primi premi (buoni libro dal valore di 500 euro) sono stati assegnati, per la Sezione Licei, al Liceo Scientifico “Dante Alighieri” di Anagni con il progetto “Trovarsi adulti senza essere cresciuti”. Per la Sezione Istituti Tecnici, all’Istituto Tecnico “Luigi Angeloni” di Frosinone con il progetto “Il futuro è alternativo… non smettere di sognare”.

Nella sessione 2017, invece, sulla vetta del podio sono saliti per la Sezione Licei, il Liceo Scientifico e Linguistico di Ceccano con il progetto “Fab Lab – Alternanza Digitale”; per la Sezione Istituti Tecnici, all’Itis “Sandro Pertini” Ipia Meccanico di Alatri con il progetto “L’albero dei sogni”. Ai secondi e terzi in classifica di entrambe le sessioni sono stati assegnati buoni libro del valore, rispettivamente, di 400 e 300 euro.

In chiusura dell’evento l’augurio, espresso da tutti i presenti, di partecipare anche alle prossime edizioni del Premio, per raccontare “Storie di Alternanza” sempre più vicine ai sogni e ai progetti del mondo della Scuola e del Lavoro.