Arpino: Degrado e giochi rotti nel parco di Palazzo Sangermano, le accuse di Quadrini

Ad Arpino Il consigliere di opposizione Gianluca Quadrini torna a denunciare lo stato di degrado in cui versa il parco giochi situato all’interno di Palazzo Sangermano e accusa l’Amministrazione comunale di non avere considerato il problema, da tempo denunciato e di non occuparsi della sicurezza dei bambini.

“Neanche la presenza di giochi rotti ha colpito la coscienza del sindaco Rea, che stenta a occuparsi della sicurezza dei cittadini, compresi i più piccoli – dice Quadrini – Le condizioni di abbandono in cui versa il parco giochi di Palazzo Sangermano non rendono certamente merito alla nostra città. Oltre ai giochi inagibili, la cui presenza continua ad essere fonte di pericolo, anche l’incuria la fa da padrone, con sporcizia ed erbacce dappertutto. Una situazione davvero inaccettabile”.

Ma ancora più grave, per il consigliere d’opposizione, è il fatto che tutto ciò avvenga nel periodo estivo in cui si registra una forte presenza di turisti nella Città di Cicerone. “Tutto ciò provoca maggiore sdegno nelle giornate estive frequentate da visitatori che vogliono godere della bellezza dell’area. Uno spazio che necessita urgentemente di una riqualificazione – tuona Quadrini – in quanto parliamo di un bene pubblico di cui tutti i cittadini devono usufruire. Il protrarsi di queste situazioni non solo danneggia beni che appartengono all’intera comunità, ma mette a repentaglio la sicurezza dei ragazzi che si introducono nel palazzo e dei bambini che quotidianamente vanno a giocare nel parco. In realtà, c’è da sottolineare che all’ingresso del parco c’è scritto chiuso, ma stranamente il cancello resta aperto”.