Trevi nel Lazio: “Delitti allo specchio”, in tanti alla presentazione del libro di Roberta Bruzzone

Un vero successo per la partecipazione e il coinvolgimento del pubblico. Possiamo definire così la presentazione a Trevi nel Lazio dell’ultimo libro scritto dalla criminologa Roberta Bruzzone, dal titolo “Delitti allo specchio”, a cui ha collaborato la giornalista investigativa Valentina Magrin. L’evento culturale ha fatto seguito a una serie di iniziative previste da una convenzione tra Comune di Trevi e Onlus “La Caramella Buona”, di cui la Bruzzone è vicepresidente.

Al tavolo dei lavori, insieme all’autrice dell’opera, c’erano il sindaco Silvio Grazioli; Roberto Mirabile, presidente di “La Caramella Buona” e la dottoressa Anna Maria Pilozzi. Il volume illustra due clamorosi casi di cronaca: quello di Chiara Poggi, uccisa a Garlasco e quello di Meredith Kercher, studentessa americana assassinata a Perugia.

Dunque le vittime sono due ragazze, uccise in luoghi diversi d’Italia, che durante la loro vita non hanno avuto nulla in comune. Ma i loro omicidi, seguendo l’analisi accurata del libro, sembra proprio che abbiano diverse affinità. I due casi vengono messi a confronto, cercando di giungere a una risposta che porta a due sentenze che in parte soddisfano la voglia di giustizia dell’opinione.

L’attenzione del folto pubblico presente è stata alta, con una serie di domande rivolte alla criminologa. “E’ un libro che si legge come un romanzo per quanto riesce a coinvolgere – ha commentato il sindaco Silvio Grazioli – Un’opera completa nei particolari, che ti porta a vivere in prima persona la scena del crimine. In modo chiaro si riportano stralci di relazioni ufficiali, evitando tuttavia di insistere morbosamente sugli aspetti cruenti e macabri, che pure non possono essere oscurati”.

La platea, dunque, ha apprezzato molto questo evento, inserito fra le iniziative organizzate dall’Amministrazione Grazioli. Era presente anche una delegazione della “Accademia Kronos”, guidata dal comandante Armando Bruni.