Cassino: Piano Industriale Strategico del Lazio Meridionale, proficuo incontro con gli imprenditori

Un incontro proficuo, che ha permesso un’ampia condivisione del Piano Industriale Strategico del Lazio Meridionale 2019/2021. Si è svolto questa mattina a Cassino, nella sede del Cosilam, alla presenza delle maggiori associazioni degli imprenditori.

Hanno partecipato alla riunione il presidente della Camera di Commercio di Frosinone Marcello Pigliacelli, il presidente di Confimprese Italia Guido D’Amico, il presidente di Federlazio Frosinone Emanuele Di Gennaro e il direttore di Unindustria Frosinone Massimiliano Ricci. E’ intervenuto anche il consigliere di Amministrazione del Cosilam, Pietro Zola.

“Oggi abbiamo illustrato le linee guida del nostro Piano Industriale Strategico del Lazio Meridionale che traccerà la rotta per il triennio 2019/2021 – ha detto il presidente del Cosilam, l’onorevole Mario Abbruzzese – Con questo ulteriore passaggio abbiamo voluto portare a termine una fase di confronto con tutte le parti sociali. Ieri, infatti, abbiamo parlato con le Segreterie generali delle organizzazioni sindacali della provincia di Frosinone, oggi con le associazioni datoriali. In entrambi i casi, abbiamo ricevuto suggerimenti importanti che saranno utilizzati per arricchire ulteriormente il Piano. Quello che abbiamo elaborato e che a settembre presenteremo all’Assemblea generale dei soci non è un semplice programma di opere e servizi. Si tratta di una road-map che guiderà lo sviluppo di tutta l’area di competenza del Consorzio”.

Quindi, il presidente del Cosilam ha spiegato i dettagli del Piano: “Sono previste opere infrastrutturali innovative e nello stesso tempo rivoluzionarie, che hanno come obiettivo dare un impulso decisivo per favorire le attività delle aziende. Un piano che coinvolge tutti i Comuni di competenza: dall’Area industriale che gravita intorno allo stabilimento Fca di Cassino, alla Valcomino, fino al Distretto del marmo di Coreno Ausonio. Un programma che valorizza le straordinarie potenzialità del nostro territorio e che, ne sono convinto, verrà apprezzato anche dai componenti dell’Assemblea generale dei soci, ai quali verrà sottoposto nella prossima seduta di settembre”.