Ciacciarelli (FI): “Importante la tutela del territorio svolta dai cacciatori nel Lazio e in provincia”

“Con la preapertura della stagione venatoria nel Lazio ritengo sia importante evidenziare l’opera di tutela e presidio del territorio svolta dai cacciatori, grazie alla loro conoscenza capillare dello stesso. Un’azione capace di scongiurare il rischio degli incendi boschivi che ogni anno minacciano il nostro patrimonio verde e il rischio idrogeologico che interessa il Lazio, in particolare la provincia di Frosinone”.

Lo afferma in una nota il presidente della Quinta Commissione Cultura, Spettacolo, Sport e Turismo della Regione Lazio, il consigliere di Forza Italia Pasquale Ciacciarelli il quale aggiunge ai compiti dei cacciatori “la tutela della biodiversità e delle attività agricole minacciate quotidianamente dalla presenza dei cinghiali che distruggono i raccolti, causando ingenti danni economici alle imprese del territorio, ma che rappresentano anche una minaccia per l’incolumità delle persone”.

Il consigliere di FI conclude affermando che “quanto stabilito dalla Regione Liguria, dove i neo-cacciatori saranno esentati per il primo anno di esercizio dell’attività faunistico-venatoria dall’obbligo del pagamento della tassa regionale, possa essere replicato nel Lazio”.

“Il presidente Ciacciarelli è da sempre vicino alle istanze del mondo venatorio – aggiunge il dirigente regionale Forza Italia Giovani Patrizio Lancia – Il problema dei cinghiali e quindi dei danni causati all’agricoltura dalla fauna selvatica venne affrontato quattro anni fa a Rocca d’Arce, alla presenza di Ciacciarelli e dell’onorevole Mario Abbruzzese. Quell’incontro fu l’apripista di altri dibattiti che hanno avuto luogo sul territorio per tenere alta l’attenzione sul problema”.