Fardelli, terza via nel centrosinistra: ne’ succubi di Scalia ne’ di De Angelis

Marino Fardelli

E’ un fiume in piena, al limite dello straripamento, il consigliere regionale Marino Fardelli all’indomani del voto cassinate che lo ha visto soccombere insieme a Petrarcone. E’ ormai un esponente del Pd e lancia una “terza via” per il centrosinistra provinciale. Lo fa in “sodalizio”, come si legge in un suo comunicato, proprio con Giuseppe Golini Petrarcone, l’ex sindaco della Città Martire. Ciò perché alcuni personaggi del centrosinistra provinciale, non meglio identificati nel suo comunicato, avrebbero brigato per fargli perdere le elezioni. “Non oso immaginare quante bottiglie avranno stappato personaggi di centro sinistra a livello cittadino, provinciale e regionale nel vederci perdere a Cassino” ha scritto. Poi il passaggio cruciale: “Quel che invece è chiarissimo, è che il centrosinistra riparte e lo fa con me e con Petrarcone. In questi mesi abbiamo rinsaldato un rapporto personale e abbiamo creato un sodalizio con il parlamentare Nazzareno Pilozzi e il Presidente del Pd provinciale Domenico Alfieri e con il senatore Francesco Scalia ed è con loro che intendiamo dialogare per un percorso di ricostruzione a partire proprio da Cassino ma che non ci vedrà succubi di una corrente a favore di un’altra: da Cassino parte un chiaro messaggio, nel PD e nel centro sinistra si apre il solco per una terza via provinciale”. Dunque, analizzando quel che si legge, Fardelli e Petrarcone si sentono vicini ma non subalterni alla componente Scalia. Hanno però specificato, però, altri due nomi, quelli del presidente provinciale del partito, Domenico Alfieri e dell’on. Nazzareno Pilozzi, i quali negli ultimi tempi si sono comportati distintivamente anche nei confronti del senatore Scalia. Un vero e proprio mosaico di posizioni che, dunque, andrà a complicare ancora di più la già complessa geografia del partito. Una posizione quella di Fardelli, al di la della dichiarazione che vuol essere dirompente, che non si comprende fino in fondo e che necessiterà di ulteriori chiarimenti. Quel che si capisce è che Fardelli è entrato nel Pd per fare la guerra. La domanda ora è: anche Petrarcone vorrà contare nel Pd, si sarà deciso al gran passo?

Dario Facci on BloggerDario Facci on FacebookDario Facci on Youtube
Dario Facci
Direttore at Pertè Online
Dario Facci è un giornalista e un fotografo, ha iniziato nella rivista mensile “Lo Stato delle Cose” e ha lavorato presso RTM RadioTeleMagia, RTM Televisione, TVN Televisione, Lazio Tv. Ha diretto Ciociaria Oggi, l’edizione frusinate de L’Opinione, Accademia del Buongustaio, Numero Zero, Perté Magazine, Il Regionale, La Provincia Quotidiano.

E’ attualmente direttore di Perté Week, Perté Online e Radio Pertè. Ha collaborato con L’Unità, La Repubblica, Sinistra Europea, Qui Magazine, To Be, Ciociaria Turismo. Sue fotografie sono state pubblicate su Ciociaria Oggi, La Repubblica, L’Unità, iI Tempo, La Gazzetta del Mezzogiorno, Novi Listi Glas Istri (Croazia), Primer Acto (Spagna), Village Voice (Stati uniti d’America), La Maga (Cile), To Be, Qui Magazine, Accademia del Buongustaio, Numero Zero, Pertè Magazine, Perté Week
CONDIVIDI