Affidamento condiviso, il segretario provinciale di Codici preoccupato per la linea dell’onorevole Spadafora

“Siamo molto preoccupati per le dichiarazioni del sottosegretario Vincenzo Spadafora sul Ddl Pillon. Infatti, non comprendiamo l’ostilità di una parte politica verso un Decreto legge che rappresenta soltanto l’interpretazione di una normativa già esistente, che però non viene applicata nelle aule dei Tribunali”.

Inizia così una nota del segretario provinciale dell’associazione “Codici” Giammarco Florenzani, che affronta un tema quanto mai di attualità anche in Ciociaria. “Abbiamo lanciato più volte in provincia di Frosinone la campagna Voglio Papà per richiedere semplicemente che venga attuata la normativa sull’affidamento condiviso – spiega Florenzani – Oggi troppi Tribunali aggirano la norma evitando di applicare un affidamento realmente condiviso e il Ddl Pillon semplicemente dà l’indirizzo interpretativo per evitare di aggirare la norma a tutela dei padri, che troppe volte si vedono negare i loro diritti. I bambini hanno bisogno dei papà come delle mamme ed è facile comprendere che negare nei fatti l’affidamento condiviso rappresenta una lesione non solo dei diritti dai padri ma soprattutto del diritto dei piccoli a vivere la figura paterna. Esortiamo pertanto le forze politiche – conclude il segretario provinciale di Codici – a riflettere sul tema senza preconcetti e ai partiti  proponenti di proseguire in questa battaglia di civiltà”.