Progetto “Frosinone sale in cattedra”, prima tappa del 2019 con gli Istituti Comprensivi 1 e 2 di Anagni

Questura del Capoluogo e Frosinone Calcio insieme questa mattina ad Anagni per l’iniziativa finalizzata a promuovere i valori della legalità e del rispetto delle regole, nell’ambito del progetto condiviso dall’Ufficio Scolastico Provinciale e dall’Università di Cassino e del Lazio Meridionale.

La prima tappa del 2019 per il progetto “Frosinone sale in cattedra”, giunto alla seconda edizione, parte dalla Città dei Papi con gli studenti degli Istituti Comprensivi Anagni Uno e Due. Dopo i saluti del dirigente della società calcistica Giuseppe Capozzoli, anche a nome del vicario dell’Ufficio Scolastico Provinciale Pierino Malandrucco e di Marika Gimini dell’Ateneo cassinate, la parola è passata al giovane attaccante Andrea Pinamonti, classe ’99, che ha lanciato subito un assist al Primo dirigente della Polizia di Stato, Antonella Chiapparelli.

Rispetto delle regole, dal campo agli spalti, legalità unita al fair play,stadio inteso come casa dei tifosi , gestione dell’ordine pubblico, Gos e servizio stewarding sono alcuni degli argomenti trattati nella mattinata, che hanno suscitato grande interesse e partecipazione della giovanissima platea.