Area industriale di Anagni, l’Asi illustra il progetto per la messa in sicurezza della viabilità

L’area industriale di Anagni è finalmente pronta a cambiare volto. Questo pomeriggio, nell’ambito di una iniziativa promossa da Unindustria, il Consorzio per lo sviluppo industriale di Frosinone ha illustrato alle aziende insediate nella zona il progetto esecutivo che porterà al rifacimento del manto stradale, e non solo, dell’asse di collegamento tra la via provinciale Morolense con la via comunale in località Paduni-Selciatella, per quasi 900mila euro.

Il tracciato oggetto di intervento rappresenta il principale asse di collegamento autostradale utilizzato da tutte le aziende che insistono nell’area industriale Agglomerato di Anagni (Comuni di Anagni e Sgurgola) oltre a quelle insediate nell’Agglomerato di Frosinone (Comuni di Morolo e Ferentino Nord).

“Oggi siamo qui a raccogliere i frutti della capacità di ascolto dimostrata e di uno straordinario lavoro di squadra con il Comune di Anagni e Unindustria”, ha detto il presidente del Consorzio Asi Francesco De Angelis in apertura del suo intervento. Con lui, il presidente di Unindustria Giovanni Turriziani, il sindaco di Anagni Daniele Natalia e Miriam Diurni, membro del Cda dell’ente consortile.

“Sono contento – ha aggiunto De Angelis – che questi lavori rientrino nell’ambito del rifinanziamento della legge 46, perché quella è la legge che porta il mio nome e alla quale ho lavorato quando la Fiat era in crisi. Chiaramente, è questo uno strumento utile a tutto il territorio, considerando che molte piccole e medie imprese dell’indotto Fca insistono proprio ad Anagni. Ringrazio la Regione Lazio e il presidente Zingaretti per il sostegno all’iniziativa. Quello che vorrei aggiungere – ha concluso – è che non ci fermeremo qui, perché questo è un passo importante, ma non definitivo. Nelle prossime settimane la Regione approverà la delibera e subito dopo potremo avviare le procedure di gara per iniziare quanto prima i lavori”.

Nello specifico, le opere riguarderanno il rifacimento del manto stradale, della segnaletica verticale e orizzontale, la regimentazione delle acque e il consolidamento della struttura stradale in alcuni punti.