Atina: Fare Verde, Comune e Consorzio “EcoTyre” liberano il territorio da 8 tonnellate di pneumatici fuori uso

L’associazione ambientalista Fare Verde e il Comune di Atina, con il Consorzio “EcoTyre”, hanno ripulito uno degli angoli più verdi della Ciociaria invaso dai rifiuti, in particolare da pneumatici fuori uso, abbandonati su tutto il territorio, sulle sponde del fiume Melfa e nei boschi circostanti. L’iniziativa rientrava nel programma “Let’s Clean Up Europe – Dove passano i nuovi barbari”, campagna europea contro il littering e l’abbandono dei rifiuti.

Sono stati raggruppati nello scorso weekend, grazie alla massiccia partecipazione di tutta la cittadinanza, oltre 1.000 Pfu, circa 8.000 kg, raccolti in diversi punti di Atina, ritenuto uno dei “Borghi più Belli d’Italia”. Il Consorzio “EcoTyre”, con un proprio camion, trasporterà gli pneumatici presso gli impianti di trattamento che si occupano del loro corretto smaltimento o recupero. L’iniziativa di “EcoTyre” rientra in “Pfu Zero”, un progetto di raccolta straordinaria attraverso il quale il Consorzio si occupa di ripulire dagli Pfu, a titolo completamente gratuito per le Amministrazioni locali, le zone più belle d’Italia. Gli interventi di raccolta sono affiancati da attività di sensibilizzazione ed educazione ambientale che spiegano ai cittadini la corretta filiera degli pneumatici fuori uso e le modalità per liberarsene senza compromettere l’ambiente.

Gli Pfu, infatti, sono rifiuti permanenti che, se lasciati in natura, impiegano centinaia di anni per degradarsi completamente. Al contrario, gestiti in modo corretto rappresentano una vera risorsa perché riciclabili al 100% e quindi riutilizzabili in una molteplicità di usi: dai pavimenti delle palestre al materiale usato per costruire i giochi nei parchi per bambini, fino al sottofondo stradale. Non solo, la gomma triturata derivante da Pfu può generare una mescola utilizzabile per la produzione di nuovi pneumatici: è questo l’obiettivo alla base del progetto “Da Gomma a Gomma” promosso da “EcoTyre”.

“La giornata ecologica voluta dalla nostra Amministrazione comunale e da Fare Verde Valle di Comino, con il coordinamento di Fare Verde della provincia d Frosinone, non è una giornata ecologica come tutte le altre, è la giornata ecologica per eccellenza – sottolinea Davide Frattaroli, vicesindaco di Atina – Ringraziamo il Consorzio EcoTyre che ha messo a disposizione uomini e mezzi per ripulire il nostro meravigliosi territorio, nell’ambito del progetto Pfu Zero, che gode del patrocinio del Ministero dell’Ambiente. La giornata ecologica ha visto la partecipazione delle più importanti associazioni locali e ha potuto contare sul prezioso contributo della cittadinanza. E’ stata l’occasione giusta per togliere di mezzo gli pneumatici abbandonati sul territorio. Difficilmente un’operazione del genere a costo zero si potrà ripetere in un breve lasso di tempo. Pulire Atina e tenerla pulita è un grande atto di amore e di civiltà”.

“L’intervento ad Atina è stato un successo – dichiara Enrico Ambrogio, presidente di EcoTyre – non solo per la grande quantità di Pfu avviati al riciclo, non solo per avere contribuito a ripulire un angolo bellissimo del nostro Paese ma soprattutto per la grande partecipazione della cittadinanza. Il nostro obiettivo è sicuramente informare i cittadini che esiste un modo legale per smaltire gli pneumatici, recandosi cioè dai gommisti presenti nelle città che hanno il compito di consegnare le gomme giunte a fine vita a Consorzi come il nostro. Il compito di EcoTyre è, infatti, quello di garantire che per ogni pneumatico nuovo immesso sul mercato, uno venga avviato al recupero”.

La giornata ecologica è stata dedicata da Fare Verde alla memoria del compianto Paolo Colli, primo Presidente dell’associazione di cui ricorre l’anniversario proprio il 24 marzo.