Cassino: Cultura della legalità, i carabinieri incontrano gli studenti dell’Iiss “San Benedetto” e del Liceo “Carducci”

Proseguono gli incontri tra la Compagnia carabinieri di Cassino e gli studenti degli Istituti scolastici del Comprensorio, iniziativa collegata al protocollo d’intesa tra l’Arma e il Ministero dell’Università e della Ricerca sulla “Formazione della cultura della legalità” nei giovani.

Il maggiore Vitantonio Masi del Comando Gruppo carabinieri forestali di Frosinone e il capitano Ivan Mastromanno, Comandante della Compagnia cassinate hanno tenuto martedì scorso marzo un incontro didattico con i ragazzi dell’Iiss ” San Benedetto” della Città Martire.

I due ufficiali sono stati accolti dal dirigente scolastico Pasquale Merino, dalla coordinatrice del progetto, professoressa Adelaide Cacciotti, da numerosi docenti e da circa 400 studenti di varie classi dell’Istituto. Nel corso dell’incontro, il capitano Mastromanno si è soffermato sull’organizzazione dell’Arma, in particolare su alcuni Reparti speciali che intervengono di iniziativa o a supporto dell’organizzazione territoriale qualora venisse richiesto.

Il maggiore Masi, invece, ha spiegato agli studenti i compiti devoluti ai carabinieri forestali dal giorno in cui sono entrati a far parte del Corpo, oltre a trattare approfonditamente i problemi legati all’inquinamento del territorio e alla lotta alla criminalità ambientale.

Un altro incontro didattico si è svolto ieri al Liceo Classico “Giosuè Carducci” dove, di fronte a circa 150 studenti, sono intervenuti il dirigente scolastico Licia Pietroluongo, il coordinatore del progetto professor Antonio Pompi, il colonnello Giuseppe Lopez, comandante del Gruppo carabinieri forestali di Frosinone e il capitano Ivan Mastromanno. Durante la conferenza, i relatori hanno illustrato temi riguardanti lo spaccio di sostanze stupefacenti, l’iter procedurale per l’arruolamento nell’Arma dei carabinieri, la tutela dell’ambiente, dell’ecosistema e dei beni culturali. Al termine dei due incontri, i Dirigenti scolastici hanno rivolto un plauso di ringraziamento ai rappresentanti dell’Arma.