CASSINO: IL CASO ALBANETA IN PARLAMENTO, INTERROGAZIONE DEI DEPUTATI DI MAIO E FRUSONE (5 STELLE)

Il caso Albaneta di Montecassino approda alla Camera dei Deputati. Il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio e l’onorevole Luca Frusone, del Movimento 5 Stelle, hanno presentato in proposito una interrogazione parlamentare al Ministero dei Beni e Attività culturali e del Turismo, al Ministero della Difesa e al Ministero dell’Interno.

I due rappresentanti pentastellati affermano, nella loro dettagliata interrogazione <poichè l’Abbazia e il suo territorio sono patrimonio della collettività e in quanto tale hanno ricevuto sostegno economico dello Stato italiano, nonché di Paesi esteri e fondi dall’Unione europea,  i due deputati grillini chiedono al Parlamento <se i Ministri interrogati siano a conoscenza dei fatti e se non ritengano che la situazione sia particolarmente critica per la sicurezza e la salvaguardia del patrimonio naturale dell’area interessata oltre che per le persone, nonché per la memoria storico-culturale, tenuto anche conto della mobilitazione di associazioni e cittadini.
Considerato che il sito è patrimonio della collettività, come è stato possibile che privatamente l’Abbazia abbia affidato, tramite contratto di locazione, la gestione della località  per fini ludici e ricreativi a un imprenditore senza i vari pareri istituzionali a cui è sottoposta, per vincolo, l’area naturalistica?>. Inoltre, Di Maio e Frusone chiedono <se i Ministri interrogati non ritengano opportuno, per quanto di loro competenza, attivare  controlli urgemti e iniziative affinché l’ingente patrimonio culturale e naturale di Albaneta non venga irrimediabilmente deturpato dal progetto non studiato e non pianificato di un turismo di massa>. Infine. intendono sapere <se il Governo intenda verificare la presenza di ordigni inesplosi all’interno e nei pressi dell’area Albaneta, al fine di garantire la sicurezza di cittadini e turisti>. Si attendono le risposte dei Ministeri interpellati.