Cassino: Ok dalla Regione al programma di opere del Cosilam, sette progetti per rilanciare il Sud del Lazio

Oltre 7 milioni di euro in opere pubbliche: a tanto ammonta il programma elaborato dal Cosilam di Cassino e approvato dalla Giunta Regionale del Lazio. Sono sette i progetti presentati attraverso la Legge regionale 46/2002, che permetteranno di rendere il Lazio meridionale all’avanguardia nel settore delle infrastrutture necessarie alle imprese del territorio.

Il primo intervento, dal valore complessivo di circa 700.000 euro, sarà finanziato nell’annualità 2019 e prevede la costruzione di un collettore fognario di collegamento tra l’agglomerato industriale di Castrocielo e il depuratore che si trova in località Pantani, nel Comune di Aquino.

Gli altri interventi inseriti nel programma operativo del Cosilam, approvato in primo esame dalla Giunta Regionale saranno rimodulati alla luce degli avanzamenti delle progettazioni esecutive e delle previsioni del Bilancio regionale pluriennale 2019/2021.

Riguardano, in particolare, l’ampliamento e il completamento delle infrastrutture di reti esistenti per le telecomunicazioni in fibra ottica nell’agglomerato industriale del Cosilam (realizzazione di oltre venti chilometri di fibra che coprirà l’intera area industriale);  l’estensione della rete fognaria consortile in via Cerro nel Comune di Cassino (realizzazione di oltre un chilometro e mezzo di rete fognaria che permetterà la copertura totale di tutto l’agglomerato); la realizzazione di un impianto fotovoltaico depuratore di Villa Santa Lucia (creazione di un impianto di circa duemila metri quadrati che permetterà di incrementare la produzione dell’energia pulita); la messa in sicurezza, attraverso la realizzazione di un impianto di videosorveglianza, dell’agglomerato Cassino – Piedimonte San Germano – Villa Santa Lucia; l’ampliamento dell’acquedotto nell’agglomerato industriale di Cassino (realizzazione di una rete dell’acquedotto di oltre sei chilometri e mezzo fornendo un servizio importante per l’intero territorio); la realizzazione del casello autostradale Roccasecca – Distretto della Ceramica Saxa Grestone.

“Quello elaborato dal Consorzio e approvato dalla Regione è un piano progettuale che risponde concretamente alle esigenze del territorio – ha affermato il presidente del Consorzio, Mario Abbruzzese – Un cronoprogramma che abbiamo presentato agli imprenditori e ai soci facendolo diventare una parte fondamentale del Piano Industriale 2019/2021 del Cosilam. Un piano, del valore di oltre 7 milioni di euro, che permetterà di creare le condizioni necessarie nel Lazio meridionale capaci di favorire nuovi insediamenti produttivi e l’ampliamento di quelli esistenti. L’approvazione del nostro programma operativo evidenzia che questo territorio è in grado di progettare, gestire ed essere competitivo. Questo significa speranza di sviluppo e crescita, proprio nel momento in cui la crisi continua a mordere l’economia, mettendo in difficoltà le imprese. Ma l’impegno del Consorzio non finisce qui. Perché oltre alle sette opere che vogliamo realizzare attraverso la Legge 46/2002 ci sono altri progetti che intendiamo portare avanti con le altre fonti di finanziamento”.