Ciacciarelli scrive ai parlamentari della provincia: “Un tavolo per tutelare gli investimenti Fca sul territorio”

“Ho scritto una lettera ai deputati Luca Frusone, Enrica Segneri, Ilaria Fontana, Francesca Gerardi e senatori Massimo Ruspandini e Gianfranco Rufa in merito alla delicata situazione dello stabilimento Fca di Piedimonte San Germano e del relativo indotto. Come rilevano le cronache nazionali, gli investimenti di 5 miliardi previsti per i prossimi tre anni da Fca in Italia e per il sito produttivo cassinate rischiano di essere vanificati irrimediabilmente da un provvedimento del Governo, inserito nella Manovra con un emendamento, circa il gravame dell’ecotassa, che colpirà l’acquisto delle auto immatricolate tra l’1 gennaio 2019 e il 31 dicembre 2021, in base alle emissioni di anidride carbonica, e pertanto avrà effetti potenziali devastanti per l’occupazione futura e lo sviluppo del territorio”.

Lo dichiara il consigliere regionale di Forza Italia Pasquale Ciacciarelli, intervenendo ancora una volta sulla delicata situazione economico-occupazionale della nostra provincia.

“Ritengo necessaria una mobilitazione di carattere generale per indurre il Governo a rivedere le proprie determinazioni su questo provvedimento – prosegue il rappresentante forzista – che rischia di creare ulteriore disoccupazione in un territorio come la provincia di Frosinone, già ampiamente mortificata da una perdurante crisi industriale. La Fca di Piedimonte San Germano è un patrimonio, non solo per la nostra provincia e per il Lazio, ma per l’intero panorama industriale italiano che tutti noi, ciascuno secondo la propria competenza, abbiamo il dovere di preservare. Ho chiesto pertanto la loro disponibilità a creare insieme al sottoscritto un tavolo di concertazione per tutelare gli investimenti previsti da Fca in Italia e nel Lazio Meridionale”.