Cori: Parte il progetto di digitalizzazione degli Uffici comunali

L’Italia è al terz’ultimo posto nella classifica europea del “Digital Economy and Society Index”, che analizza la connettività, il capitale umano, l’uso di Internet, l’integrazione degli strumenti digitali in ambito aziendale e la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione. E proprio i dati legati alla P.A., infatti, sono quelli che abbassano il rating. Nel Lazio soltanto il 30% di tutte le Amministrazioni ha intrapreso processi di digitalizzazione strutturati e complessi.

In questo scenario, il Comune di Cori lancia un progetto di digitalizzazione dei propri uffici. “Sarà un lavoro di lungo respiro, ma imprescindibile se vogliamo una macchina amministrativa più efficiente e più trasparente a beneficio dell’ente e dei suoi operatori. Ma soprattutto dei cittadini, che potranno contare su servizi più celeri”, spiega il sindaco Mauro De Lillis.

Il progetto prenderà il via dalle aree dello Sportello Unico delle Attività Produttive (Suap) e dello Sportello Unico per le Attività Agricole (Suaa), incrementando il sistema di acquisizione e gestione dei corrispondenti procedimenti amministrativi già avviati con l’introduzione (obbligatoria) dei flussi telematici attraverso la piattaforma www.ImpresaInUnGiorno.gov.it.

L’obiettivo, quindi, è migliorare il rapporto con i cittadini in termini di fornitura di servizi e di qualità del loro rapporto con la Pubblica Amministrazione, riducendo i tempi e i costi di gestione delle pratiche, semplificando le modalità di accesso e di scambio dei documenti, razionalizzando gli spazi d’archivio grazie alla riduzione del cartaceo e facilitando, infine, la tracciabilità degli atti.

La digitalizzazione dei processi e dei procedimenti consentirà anche la strutturazione di un sistema univoco di archiviazione digitale delle pratiche Suap e Suaa, con il recupero di quelle cartacee esistenti e la costruzione di data base che consentiranno l’elaborazione delle informazioni. Si tratta di un passo propedeutico per un moderno controllo di gestione e per la pianificazione delle strategie dell’ente nei diversi settori produttivi. Ulteriore novità è che, in questa fase, il Comune si avvarrà del contributo degli studenti dell’Iiss “Guglielmo Marconi” di Latina, attraverso un progetto di Alternanza Scuola-Lavoro coordinato dai loro docenti.