Direzione provinciale del Pd: parlare d’elezioni con una scissione alla tempia

Un momento della Direzione Pd di questa sera

Risultato positivo alle elezioni provinciali, le elezioni comunali di Frosinone, focus sulla situazione economica del territorio, un posto stabile per il confronto tra amministratori locali, una direzione di imminente convocazione per discutere della complessa situazione politica del partito. Il Pd dimentica (per un attimo?) le beghe e torna a ragionare sulla sua politica.

La riunione della Direzione Provinciale del Pd, tenuta questa sera a Frosinone, non è stata di quelle con le truppe schierate. Il momento difficile, sia sul fronte nazionale pieno di incognite, sia su quello locale con una raffica di appuntamenti elettorali alle porte, non consente distrazioni e slanci tattici. Ripartire dal successo ottenuto alle provinciali è stato il succo di molti degli interventi: capitalizzare la spinta unitaria per tradurla nei termini di una proposta politica, magari da costruire insieme agli amministratori protagonisti del voto per piazza Gramsci, come nelle proposte di Sara Battisti. Un pensiero animato dalla consapevolezza di dover dare corpo a un discorso sul territorio che si renda vivo e durevole. La visione di un partito che si apre, anziché ripiegarsi su se stesso è certamente una novità rispetto all’andamento degli ultimi tempi.

Il “corpo” del discorso politico, in chiave di proposta territoriale, anche nel ragionamento di Ermisio Mazzocchi, dove l’analisi della fase economica, dei disastri occupazionali e in sostanza delle istanze più riconoscibili e impellenti, si concretizza nella richiesta di una direzione ad hoc. Non certo per esercizio di stile ma, anche in questo caso, per costruire strategie che sappiano incidere sugli andamenti e accorciare le distanze con i cittadini/elettori, intercettare un mondo di bisogni non derogabili.

La ricostruzione del governo targato Pd e l’imbastitura di un centrosinistra organico nell’esposizione di Antonio Pompeo. La scelta di aprire il compasso da Area Popolare ai Socialisti, anziché utilizzare un possibile monocolore Pd per il governo della Provincia nel discorso del presidente ha un significato iterativo. Cioè un modello da ripetere e esportare soprattutto, data la contingenza, nella campagna per le comunali di Frosinone. Qui anche la risposta al discorso introdotto da Stefania Martini, ovviamente teso a rivendicare attenzione sulla necessità di stringere fattivamente il sostegno a Fabrizio Cristofari. E proprio sulla questione elettorale del capoluogo Pompeo ha esortato a serrare i ranghi, a far emergere con maggiore incisività le debolezze del governo Ottaviani. Da Pompeo anche una schietta richiesta di maggiore attenzione da parte del governo regionale sulle necessità del Capoluogo: l’esempio del viadotto Biondi, irrisolto da Roma, in effetti si è tradotto da una freccia nella faretra del centrosinistra e un dardo appuntito nelle mani di Ottaviani.

Giorni decisivi i prossimi, nelle conclusioni del segretario Costanzo, per trovare la soluzione alla costruzione della coalizione per le elezioni di Frosinone, impresa nella quale è impegnato, pare, spasmodicamente. Sulla situazione del partito, nel quale a Roma la dialettica ha notoriamente e da tempo travalicato il confine della normalità, risponderà con una apposita riunione della Direzione, tenendo fede alle numerose richieste che gli sono giunte. Ciò nonostante risulterà assai difficile impiantare un discorso su basi concrete, data la persistenza  dell’assoluta incertezza, sia sulle elezioni anticipate, sia sulla legge elettorale e anche sulla tenuta dell’unità del partito sottoposto a sempre più potenti venti di scissione.

Dario Facci on BloggerDario Facci on FacebookDario Facci on Youtube
Dario Facci
Direttore at Pertè Online
Dario Facci è un giornalista e un fotografo, ha iniziato nella rivista mensile “Lo Stato delle Cose” e ha lavorato presso RTM RadioTeleMagia, RTM Televisione, TVN Televisione, Lazio Tv. Ha diretto Ciociaria Oggi, l’edizione frusinate de L’Opinione, Accademia del Buongustaio, Numero Zero, Perté Magazine, Il Regionale, La Provincia Quotidiano.

E’ attualmente direttore di Perté Week, Perté Online e Radio Pertè. Ha collaborato con L’Unità, La Repubblica, Sinistra Europea, Qui Magazine, To Be, Ciociaria Turismo. Sue fotografie sono state pubblicate su Ciociaria Oggi, La Repubblica, L’Unità, iI Tempo, La Gazzetta del Mezzogiorno, Novi Listi Glas Istri (Croazia), Primer Acto (Spagna), Village Voice (Stati uniti d’America), La Maga (Cile), To Be, Qui Magazine, Accademia del Buongustaio, Numero Zero, Pertè Magazine, Perté Week