Emergenza rifiuti nel Lazio, Ciacciarelli (FI) sollecita l’adozione di un Piano regionale che coinvolga i sindaci

“Ho fortemente voluto promuovere una conferenza stampa sull’emergenza rifiuti in Consiglio Regionale, per dare voce ai sindaci del territorio. Le province di Frosinone, Latina e Viterbo non possono essere trasformate nella pattumiera della Capitale, sopperendo alle criticità che si vivono a Roma a causa dell’incendio del Tmb Salario, dove ho effettuato un sopralluogo nei giorni scorsi”.

Lo ha dichiarato il consigliere Pasquale Ciacciarelli, presidente della Quinta Commissione regionale Cultura, Spettacolo, Sport e Turismo, nel corso della conferenza stampa sull’emergenza rifiuti tenuta all’Assemblea della Pisana.

“La Provincia di Frosinone, come è noto, già subisce gravi problemi ambientali e non può essere vittima, e con essa i cittadini, di una errata gestione regionale dei rifiuti – ha aggiunto il rappresentante di Forza Italia – Urge, pertanto, un Piano rifiuti regionale al pari delle altre Regioni d’Italia e nell’interesse dei territori. Gli amministratori locali devono essere coinvolti totalmente nella sua elaborazione, con particolare attenzione ai Comuni che ospitano discariche, inceneritori, centri di stoccaggio. L’incontro odierno può inaugurare una nuova fase che vedrà protagonisti i sindaci, i quali rappresentano il primo front-office dei cittadini. E quali principali interpreti delle esigenze del territorio, ritengo che meritino la giusta attenzione. Infatti, la sinergia tra enti è indispensabile nella soluzione delle criticità che affliggono il territorio. Ringrazio i primi cittadini della Provincia di Frosinone – ha concluso Ciacciarelli – Nadia Bucci di San Vittore nel Lazio, Bernardo Donfrancesco di Colfelice e Paolo Fallone di San Giovanni Incarico, che hanno illustrato i problemi dei loro Comuni, sottoscrivendo una lettera aperta al presidente Zingaretti, con cui richiedono un tavolo di confronto. Sostengo pienamente questa lettera e la posizione dei sindaci, in quanto è necessario unire le forze in difesa dei cittadini e del territorio”.