Ferentino: Dal primo aprile riparte il Servizio civico, opportunità per cittadini e famiglie disagiati

E’ stato uno dei progetti che ha caratterizzato il primo mandato da sindaco di Ferentino di Antonio Pompeo. Un progetto innovativo che ha rappresentato in anticipo sulle dinamiche nazionali una risposta concreta alla domanda di assistenza per cittadini e famiglie che vivono situazioni di disagio e di rischio emarginazione, legate alla mancanza di lavoro oppure a specifiche situazioni personali. Ma oltre all’aspetto sociale, la validità del progetto si è rivelata nell’offrire un beneficio alla collettività, in quanto è servito ad aumentare l’attenzione verso la manutenzione e la cura del territorio.

Si tratta del Servizio civico, che ripartirà a Ferentino il prossimo 1 aprile. Gli interessati verranno occupati nelle seguenti attività: taglio dell’erba, riverniciatura di strutture, riqualificazione di aree degradate, interventi di piccola muratura, oltre che sorveglianza in luoghi e strutture pubbliche. Quindi, una serie di lavori utili alla comunità. Il Comune di Ferentino ha deciso così di continuare un progetto che aveva dato ottimi risultati negli anni scorsi.

“Il Servizio civico – hanno spiegato il sindaco Antonio Pompeo e l’assessore ai Servizi sociali Luigi Vittori – è stata una scelta vincente per il Comune di Ferentino. In questi anni, durante la fase di sperimentazione del progetto abbiamo riscontrato la validità della misura, capace di garantire dignità e reddito. Certamente, il Servizio civico non è la soluzione di tutti i problemi, ma uno strumento efficace. Di fronte a un’esigenza diffusa, Ferentino ha dimostrato di saper passare dalle parole ai fatti”.