Frosinone: Dal prossimo anno settimana corta per tutte le scuole della città

Si è svolta nel palazzo comunale di Frosinone la riunione indetta dal sindaco Nicola Ottaviani, alla presenza dei dirigenti scolastici, dei direttori e dei rappresentanti di Scuole e Istituti di ogni ordine e grado presenti sul territorio cittadino: i quattro Comprensivi, l’asilo nido “I Pantoli”, gli Istituti “Bragaglia”, “Angeloni”, “Volta” e “Turriziani”, la Scuola dell’Infanzia e Primaria “Sant’Agostino”, il nido comunale “Pollicino”, il Liceo Scientifico “Severi”, l’Accademia delle Belle Arti e il Conservatorio “Refice”. Erano presenti anche l’assessore all’Istruzione Valentina Sementilli, il segretario generale e dirigente del Servizio ambiente del Comune di Frosinone Angelo Scimè, il dirigente del Settore Istruzione Antonio Loreto e il funzionario del Settore Ambiente Domenico Nanè.

L’incontro era stato convocato per discutere la possibilità di introdurre la cosiddetta settimana corta nel calendario scolastico 2019/2020 e sperimentare, già dal prossimo settembre 2019, eventuali benefici sui livelli di Pm10 collegati a una maggiore areazione atmosferica per 48 ore consecutive, grazie alla disattivazione degli impianti termici e alla attenuazione del traffico veicolare il sabato e la domenica.

Infatti, bisogna considerare che ogni giorno, di fronte a circa 50.000 residenti, entrano nel Capoluogo altre 100.000 persone, con l’inevitabile produzione di emissioni che, unite a quelle derivanti dalle combustioni degli impianti di riscaldamento comportano un notevole innalzamento dei livelli di Pm10, sicuramente dannose per la salute dei cittadini e delle famiglie.

Con i dirigenti scolastici il sindaco Nicola Ottaviani ha sottolineato l’importanza del coinvolgimento delle famiglie e degli studenti nelle scelte riguardanti l’ambiente, adottando comportamenti capaci di favorire il risanamento dell’aria, come l’utilizzo del trasporto pubblico, che l’Amministrazione comunale ha rinnovato completamente introducendo nella flotta pubblica tutti mezzi euro 5, euro 6, a metano. Dunque tutti a basso impatto emissivo, che fanno diventare Frosinone uno dei capoluoghi più all’avanguardia in Italia.

Maggiore attenzione, infine, va dedicata anche agli impianti di riscaldamento civili, oltre che, i quelli industriali, con accorgimenti mirati al risparmio energetico e all’efficientamento delle fonti di calore. Dunque, la volontà dell’Amministrazione comunale è quella di adottare ogni misura utile per la riduzione delle emissioni nocive. Pertanto, il sindaco provvederà ad adottare, entro il settembre 2019, i provvedimenti amministrativi che permetteranno di istituire la settimana corta, per Scuole e Istituti di istruzione presenti sul territorio comunale, dal lunedì al venerdì, attivando, contestualmente, percorsi sportivi e ricreativi di carattere facoltativo per gli studenti che, nella giornata del sabato, intenderanno utilizzare impianti pubblici al coperto o all’aria aperta.