Frosinone: “Pagella d’Oro”, premiati alla Villa comunale i dieci alunni più meritevoli delle Scuole cittadine

Giunta al 21esimo anno la “Pagella D’Oro”, ha visto come sempre protagonisti gli alunni degli Istituti scolastici del Capoluogo che hanno riportato i voti e i giudizi più alti. Nata da un’idea del comitato di quartiere “Amici della Pescara”, l’iniziativa è stata organizzata in questa edizione 2019 dall’assessorato alla Pubblica Istruzione, coordinato da Valentina Sementilli. Nella sala conferenze della Villa comunale, sono stati premiati oggi i 10 ragazzi che più si sono distinti, al termine del ciclo di studi delle Elementari e Medie durante l’anno scolastico 2017/2018.

Questi i nomi dei ragazzi e gli Istituti premiati con le “Pagelle d’Oro”.

Per la Scuola Primaria “De Matthaeis”, Francesca Sabellico; Scuola Media “Aldo Moro”, Valeria Rago; Scuola Primaria via Verdi, Riccardo Testa; Scuola Media “Luigi Pietrobono”, Matilde Magale; Scuola Primaria “Ignazio De Luca”, Leonardo Ginesti; Scuola Media “Nicola Ricciotti”, Alessandro Armellini; Scuola Primaria “Cavoni”, Edoardo Sarandrea; Scuola Media “Campo Coni”, Alessia Di Bernardo; Scuola Primaria “Sant’Agostino”, Mariastefania Incarnati; Scuola Primaria “Beata De Mattias”, Christian Eloi Engels.

Ciascuno dei vincitori è stato presentato con la lettura, da parte del proprio dirigente o docente, della relazione redatta dalla Scuola di appartenenza, prima di ricevere il premio dal sindaco Nicola Ottaviani, dall’assessore Valentina Sementilli, dai consiglieri comunali Corrado Renzi e Massimo Calicchia, quest’ultimo anche componente del comitato “Amici della Pescara” con Mariano Turriziani.

“Rivolgo un sentito ringraziamento, a nome della città, al comitato Amici della Pescara, una vera e propria istituzione del Capoluogo – ha dichiarato il sindaco Ottaviani – Un grazie anche ai docenti e ai dirigenti scolastici. La premiazione di questi studenti, infatti, deriva sicuramente dal grande lavoro svolto nelle aule scolastiche. Ma grazie soprattutto alle loro famiglie: genitori e nonni non si risparmiano, anzi, si privano di beni destinati a loro stessi per consentire alle nuove generazioni di rendere effettive le potenzialità in loro possesso. Dobbiamo sempre tenere a mente, infatti, che esistono anche altri ragazzi dotati di importanti talenti, che non sono però in grado di esprimerli all’esterno perché sprovvisti di condizioni familiari favorevoli. Voi Pagelle d’Oro, invece, diventerete la classe dirigente del Paese, rappresentando la massima espressione del sapere inteso come sapienza e non saccenza. Non chiudetevi in voi stessi come sterili monadi – ha concluso il primo cittadino – Conoscere significa aprirsi agli altri, condividere con la collettività i propri talenti come ci ricorda una vecchia parabola. Siamo tutti sotto lo stesso cielo. Chi ha avuto di più deve mettere a disposizione degli altri di più. L’invito che sento di indirizzare a voi tutti è di confrontarvi con chi è rimasto indietro e mettere così a frutto quanto ricevuto in dote”.

“Desidero ringraziare il comitato Amici della Pescara con il presidente Lucio La Marra e il segretario Bruno Carnevali per il lavoro svolto negli ultimi 20 anni – ha aggiunto l’assessore Valentina Sementilli – Complimenti ai ragazzi premiati, alle loro famiglie che affrontano quotidianamente tanti sacrifici, ai dirigenti e ai docenti che seguono gli studenti con dedizione e passione”.

Infine, Massimo Calicchia ha ripercorso la nascita dell’iniziativa, ideata per premiare i più studiosi e nello stesso tempo essere di stimolo per tutti. Presenti all’iniziativa anche il Antonio Loreto e Valeria Saiardi, dirigenti dell’Ufficio comunale Pubblica Istruzione.