Frosinone: Procedura negoziata, aggiudicati 700 nuovi loculi cimiteriali

A Frosinone gli Uffici Tecnici comunali hanno espletato la procedura negoziata per l’aggiudicazione dei lavori relativi alla realizzazione di 696 loculi cimiteriali in batteria nella zona C2 di Prc. L’esecuzione delle opere sarà a cura dell’impresa “Gi.Fe. Costruzioni” di Roma, che ha proposto un ribasso del 28,671%, quale migliore offerta inferiore alla soglia di anomalia calcolata secondo il criterio “C”, sorteggiato pubblicamente tra i cinque criteri previsti per legge, a cui corrisponde un importo offerto di 571.816,63 euro di cui 522.372,13 per lavori e 49.444,50 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso, oltre all’Iva, per complessivi 628.998,29 euro.

La Giunta Ottaviani, infatti, nel 2015 aveva disposto di autorizzare l’appalto per la realizzazione di 1.528 nuovi loculi presso l’area di Colle Cottorino, articolandolo in due tranche distinte di 832 e 696 unità, oggetto queste ultime della attuale aggiudicazione. L’intento dell’Amministrazione comunale è di assegnare in concessione, per la durata di 30 anni con il sistema della prenotazione, una parte dei 696 loculi in batteria realizzati in zona C2 del vigente Piano Regolatore cimiteriale.

In sostanza, grazie al sistema della prenotazione su carta vincolante dei singoli loculi, il Comune evita di far ricorso a mutui bancari incompatibili con il piano di risanamento decennale attualmente in corso e, dall’altra parte, i privati e gli utenti hanno la possibilità di “spalmare” nel tempo l’investimento, evitando esborsi improvvisi e spesso gravosi, come avveniva in passato quando la carenza di loculi provocava notevoli problemi.