Frosinone: Progetto “Solidiamo”, domani la consegna di borse di studio e premi agli studenti meritevoli

Domani sabato 29 settembre e sabato 6 ottobre sono le date previste per la cerimonia di consegna di 1.000 tra borse di studio e premi agli studenti più meritevoli residenti a Frosinone nell’ambito del progetto “Solidiamo Formazione”, fortemente voluto e ideato dal sindaco Nicola Ottaviani già dal 2012.

Domani mattina, l’auditorium “Daniele Paris” del Conservatorio “Licinio Refice” a partire dalle 9 ospiterà gli Istituti Superiori, mentre la settimana successiva toccherà ai Comprensivi. La priorità, anche per questa edizione, è stata assegnata agli studenti da poco diplomati, per consentire loro di usufruire delle borse di studio con cui potranno iscriversi al primo anno dei corsi universitari.

Saranno assegnate, nella prima giornata, 223 borse di studio e 362 premi (che prevedono l’ingresso gratuito al teatro comunale Nestor per assistere alla stagione di prosa autunnale oppure ai film in programmazione). In totale, le scuole del territorio hanno indicato, come più meritevoli, 585 ragazzi.

“I riconoscimenti che saranno consegnati domani e il 6 ottobre – dichiara il sindaco Nicola Ottaviani – costituiscono un motivo di grande orgoglio. Per i ragazzi, che in tal modo vedono premiati il proprio impegno, la propria costanza, la propria dedizione; per i genitori, che li hanno sostenuti negli studi spesso a prezzo di grandi sacrifici; per gli insegnanti che, giorno dopo giorno, hanno saputo fornire gli strumenti per coltivare e consolidare il desiderio di conoscere dei propri alunni, permettendo loro di esprimere al meglio, nel futuro ambito professionale, potenziale e capacità”.

Il primo cittadino spiega che i riconoscimenti assegnati “rappresentano anche un motivo di vanto per l’Amministrazione comunale e per l’intera comunità. Dal 2012 infatti, il Comune di Frosinone compie una selezione fra tutti i giovani che frequentano le Scuole del Capoluogo, fondata sulle segnalazioni di insegnanti e dirigenti, relative ai meriti particolari e all’eccellente rendimento ottenuto nel precedente anno scolastico. In questo modo, vengono individuati gli alunni beneficiari delle borse di studio e dei premi finanziati con i fondi di Solidiamo, derivanti dalla riduzione del 50% dei gettoni di presenza assegnati al sindaco, agli assessori, ai consiglieri e al presidente del Consiglio comunale. In tal modo, abbiamo voluto dare un segnale forte ai politici di professione che intendono la politica come fonte di reddito, invece che volontariato sociale o missione civica. La priorità è quella di reinvestire le risorse in progetti che rafforzino il valore della solidarietà. E’ significativo – conclude Ottaviani – aiutare chi merita un sostegno e in particolare le famiglie, specialmente quelle numerose, per le quali spesso non è agevole affrontare il quotidiano. Investire nella cultura e nell’istruzione significa investire nel futuro, per formare i cittadini e la classe dirigente del domani e soprattutto per creare una società fondata sui valori della solidarietà e della coesione sociale”.