Frosinone: Progetto “Solidiamo”, domani le borse di studio e i premi agli alunni più meritevoli dei Comprensivi

Si chiuderà domani, sabato 6 ottobre, nell’auditorium “Daniele Paris” del Conservatorio di Frosinone, l’edizione 2018 del progetto “Solidiamo FormAzione”. Andrà in scena, infatti, la cerimonia di consegna delle borse di studio e dei premi agli studenti più meritevoli dei vari Istituti comprensivi, residenti nel Capoluogo. L’inizio della cerimonia è previsto per le ore 9.

Invece nel primo dei due appuntamenti in programma, quello di sabato 29 settembre, sono stati protagonisti gli Istituti Superiori e premiati circa 1.000 studenti con borse di studio, abbonamenti per il teatro o il cinema-teatro comunale Nestor.

“Anche quest’anno – ha dichiarato in proposito il primo cittadino Nicola Ottaviani – l’Amministrazione comunale di Frosinone, unica in Italia, è stata promotrice di una iniziativa che mette al centro il merito e la solidarietà mediante il taglio del 50% dei compensi di sindaco, assessori e consiglieri comunali. Il progetto Solidiamo, infatti, è nato nel 2012 con l’intento di attuare concretamente una considerevole riduzione dei costi della politica e della classe dirigente, finanziando così borse di studio per i giovani residenti nel Capoluogo (con la sezione FormAzione) e attività culturali a favore degli anziani (con la sezione Anchise). Pertanto, saremo felici di premiare ancora una volta i giovanissimi studenti che, spesso a prezzo di grandi sacrifici propri e dei loro genitori, hanno portato brillantemente a termine un ciclo formativo, a cui hanno contribuito dirigenti, corpo docente e personale Ata. Grazie agli strumenti forniti da tutti loro, i ragazzi hanno appreso quale sia la libertà più grande: studiare. Prendendo spunto dalle parole di Gianni Rodari, potremmo dire che non si nasce con l’istinto dello studio: si tratta di un bisogno culturale che può essere innestato nella personalità dei più giovani. Sappiamo che è un’operazione quanto mai delicata, perché il solo paragone che sopporta è quello con l’innesto di un nuovo senso: la capacità di usare lo studio come uno strumento per conoscere il mondo, per conquistare la realtà, per crescere”.