Inquinamento del Sacco, Ciacciarelli (FI) prospetta l’ipotesi di un commissario “ad acta”

“Oggi ho preso parte ai lavori della Commissione Agricoltura e Ambiente, insieme al Comune di Ceccano per affrontare il tema dell’inquinamento del fiume Sacco e della sua Valle. Ritengo indispensabile una sinergia tra Regione Lazio e Governo centrale per lavorare seriamente e giungere a un risultato soddisfacente nell’interesse dei cittadini e di un territorio che ha bisogno di risposte certe. Il ministro dell’Ambiente Costa conceda tre mesi di tempo alla Regione per spendere i fondi destinati al Sacco, altrimenti si nomini un commissario ad acta”.

Lo ha dichiarato Pasquale Ciacciarelli, presidente della Quinta Commissione regionale Cultura, Spettacolo, Sport e Turismo, al termine dell’importante incontro tenuto alla Pisana.

“Ci troviamo di fronte – ha aggiunto il consigliere di Forza Italia – sia a un danno diretto all’ambiente e alle vite umane, sia a un danno indiretto all’immagine del territorio, soprattutto all’economia legata al turismo, alle eccellenze locali, alle tante imprese agricole, ai prodotti enogastronomici. Deve essere, pertanto, obbligatoria la fideiussione alle aziende inquinanti per la bonifica dei siti, nel momento in cui vanno via dal territorio”.