La Giunta regionale approva Il programma di interventi a sostegno dei malati di Sla

La Giunta regionale ha approvato il programma attuativo di interventi a favore dei malati di Sla nel Lazio. Il Policlinico “Gemelli” viene individuato come Centro regionale di riferimento per la realizzazione della “nuova strategia di sostegno al paziente con Sla e accompagnamento della sua famiglia”.

“L’obiettivo – spiegano in una nota congiunta l’assessore regionale alle Politiche Sociali Alessandra Troncarelli e il suo collega alla Sanità Alessio D’Amato – è realizzare una modalità di servizio integrativa rispetto all’offerta sanitaria, collegata in rete con i servizi territoriali per la gestione domiciliare. In questo modo intendiamo sostenere i percorsi di vita del paziente all’interno della sua abitazione, sostenendo le famiglie nella gestione quotidiana dei suoi bisogni e dove è necessario attraverso interventi di natura sanitaria. Sono circa 400 gli utenti affetti da Sla e da malattie neuromuscorali che potranno usufruire del progetto – proseguono gli assessori Troncarelli e D’Amato – Fra le attività che verranno garantite ci sono anche l’assistenza domiciliare non sanitaria; la formazione del familiare caregiver per ridurre l’insorgenza di complicanze; una maggiore collaborazione con i servizi territoriali allo scopo di potenziare i percorsi assistenziali dedicati. Quindi, interventi mirati ad aumentare la qualità della vita dei pazienti e dei familiari che se ne prendono cura”.