Latina. Raccolta rifiuti, il bilancio del primo trimestre di attività dell’ABC

Con la presa in carico del servizio di igiene urbana da parte dell’Azienda per i beni Comuni, la raccolta differenziata a Latina è cresciuta di cinque punti percentuali in tre mesi passando dal 19% del 1° gennaio al 24% rilevato al 30 marzo. Lo ha confermato oggi il Direttore generale di ABC Michele Bernardini, intervenuto nella Commissione Ambiente presieduta dal consigliere di LBC Dario Bellini, per illustrare il bilancio del primo trimestre di attività dell’azienda e per fare un quadro dell’attuale situazione in termini di gestione del servizio e del personale impiegato.

L’incremento può apparire lieve, tuttavia mette in luce una decisa inversione di tendenza cui hanno contribuito una comunicazione efficace e le isole ecologiche itineranti per la raccolta degli ingombranti, «un’iniziativa che si sta rivelando vincente sia per l’apporto dato alla funzionalità del servizio sia sul fronte della sensibilizzazione della cittadinanza» hanno sottolineato Bernardini e l’Assessore all’Ambiente Roberto Lessio.

Sul versante relativo ai lavoratori e allo stato di agitazione proclamato il 12 aprile scorso Bernardini ha comunicato che la Commissione di Vigilanza sui rapporti sindacali, su sua richiesta, si è pronunciata invitando i sindacati firmatari a revocare lo stato di agitazione per insussistenza di motivazioni valide e per il mancato preavviso.

Il direttore di ABC ha poi risposto alle questioni sollevate da una parte dei dipendenti: «Per la redazione del piano industriale partecipato – ha reso noto – è stata incaricata la società Contarina Spa (ex Consorzio intercomunale Priula) che consegnerà una prima stesura del documento entro la prima metà di maggio». Per l’acquisto di buona parte dei mezzi necessari al servizio si dovrà attendere l’approvazione del piano, si sta invece approntando il bando di gara per l’acquisto di una ventina di porter e sei spazzatrici indispensabili fin d’ora all’espletamento del servizio.

In chiusura di seduta il direttore e l’Assessore Lessio hanno comunicato ai commissari che con il prossimo avvio dell’isola ecologica di Via Massaro verrà ristrutturato anche il servizio di raccolta differenziata sul tutta la marina, in particolare per quanto riguarda la frazione organica derivante dalle attività commerciali. Inoltre, è notizia di oggi la decisione di replicare il calendario dell’iniziativa “L’isola che non c’è” su tutto il territorio comunale, una volta concluso il ciclo in atto, implementando il servizio nei quartieri Pantanaccio, Gionchetto e Latina centro.

 

 

CONDIVIDI