PONTECORVO, IL SINDACO CHIEDE L’ESERCITO PER LE RICERCHE DI SARDELLI

A Pontecorvo, per ritrovare Fernando Sardelli, il sindaco Anselmo Rotondo chiede l’intervento dell’Esercito. Da quattro giorni, infatti, si stanno rivelando vane le ricerche dello scomparso. Protezione civile, carabinieri, vigili del fuoco, Aipe  sono impegnati nella difficile opera che, purtroppo, finora non hanno dato esito.
<Fernando Sardelli potrebbe essere dovunque – dice il sindaco – Pertanto, d’accordo con le autorità preposte, rivolgo un appello alla cittadinanza affinché sia parte attiva in queste ricerche. Di conseguenza, i proprietari di abitazioni extraurbane controllino i propri terreni, ma anche rimesse agricole e case in abbandono. L’invito è rivolto anche ai residenti di Badia di Esperia, zona che confina con Pontecorvo>. Intanto l’Amministrazione comunale sta fornendo il supporto logistico e operativo alle squadre impegnate sul territorio ed è vicina alla famiglia di Fernando che sta vivendo ore di angoscia.  Durante la mattinata, inoltre, il colonnello Giampiero Romano ha inoltrato, tramite i vigili del fuoco, La richiesta del primo cittadino  alla Prefettura di Frosinone per l’invio a Pontecorvo, previa autorizzazione dello Stato Maggiore dell’Esercito, di uomini e mezzi dalle caserme di Cassino e Sora.

CONDIVIDI