“Puliamo il Mondo”, il Comune di Aquino ancora sul podio dei migliori in provincia e nel Lazio

Dopo il meritato podio tra i “Comuni Rifiuti Free”, con il secondo posto a livello provinciale per la produzione di rifiuti indifferenziati inferiore a 75 kg. l’anno per abitante e il terzo posto a livello regionale, con un dato sulla differenziata che si assesta a ben oltre il 72%, il Comune di Aquino continua a essere protagonista nel più grande appuntamento di volontariato ambientale su scala mondiale.

L’evento “Puliamo il Mondo”, meglio conosciuto a livello internazionale come “Clean Up the World”, persegue da anni l’obiettivo di liberare dai rifiuti e dall’incuria parchi, giardini, strade, piazze, fiumi e spiagge delle molte città che vi aderiscono. Introdotta in Italia nel 1993 da Legambiente, che ne ha assunto il ruolo di comitato organizzatore, la manifestazione è presente su tutto il territorio nazionale grazie all’instancabile lavoro di oltre 1.000 gruppi di “volontari dell’ambiente”, che la organizzano a livello locale in collaborazione con associazioni, aziende, comitati e amministrazioni cittadine.

Andrea Capraro, consigliere e delegato del Comune di Aquino nell’Unione Cinquecittà, con grande entusiasmo, ha dichiarato: “E’ una iniziativa di grande rilievo, che ci vede ancora una volta protagonisti. Sono numerosi gli obiettivi del progetto: dall’aumento della sensibilità individuale di ragazzi e adulti in relazione alle scelte collettive sulla natura, fino alla promozione di un comportamento responsabile nella gestione dei rifiuti, con risultati vantaggiosi per la salubrità dell’ambiente in cui viviamo. In programma anche un coinvolgimento pratico dei bambini in una giornata interamente dedicata alla cura della nostra città, purtroppo ancora da stabilire a causa delle avverse condizioni meteorologiche. Consiglierei un vero percorso didattico, basato su attività di ricerca sullo stato attuale dell’ambiente e sulle proposte per migliorare le nostre condizioni di vita,con un premio a fine anno sia per la classe che avrà condotto correttamente la raccolta differenziata, sia per quella che avrà prodotto la quantità minore di indifferenziato”.

Parole di condivisione le ha pronunciate anche il sindaco Libero Mazzaroppi: “Abbiamo accolto senza esitazioni la proposta di coinvolgere il nostro Comune in una campagna di tale portata e di inconfutabile utilità. La tendenza della nostra Amministrazione è di non trascurare o minimizzare nessun comportamento elusivo di regole e principi di buon senso o civiltà. Non avalliamo nessuna forma di superficialità nell’approccio alla corretta differenziazione di rifiuti e, oltre a perseguire i responsabili, ci ostiniamo a promuovere l’aspetto educativo delle giovani generazioni. Coinvolgere gli alunni dell’Istituto Comprensivo, grazie alla consueta collaborazione della Dirigente scolastica, significa preoccuparci concretamente di formare cittadini esemplari e responsabili”.

“La pulizia, l’ordine e il decoro di una città – ha concluso la capogruppo Rossella Di Nardi, che ha collaborato all’organizzazione dell’iniziativa – sono senza dubbio indici di civiltà: curarli si rivela vantaggioso per la salute e il benessere dei cittadini olte a essere un ottimo biglietto da visita per ospiti e visitatori”.