Roccasecca. Allo studio una fermata dell’Alta Velocità del Lazio Meridionale

Un protocollo d’intesa tra Cosilam, Provincia di Frosinone, Comune di Roccasecca e Università per la creazione della Fermata in linea dell’Alta Velocità del Lazio meridionale cuore dell’Italia Centrale. Si è svolta oggi, venerdì 22 marzo, nella sede del Cosilam l’incontro che ha visto la presenza, tra gli altri, del Presidente del Consorzio industriale on. Mario Abbruzzese, del Direttore Generale Annalisa D’Aguanno, del Sindaco di Roccasecca Giuseppe Sacco, del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale prof. Giovanni Betta e in rappresentanza della Provincia di Frosinone il Presidente del Consiglio Provinciale Luigi Vacana.

L’incontro ha messo in luce, ancora una volta, la forte necessità di quest’opera strategica per tutto il territorio del Lazio meridionale. Attualmente sulla tratta Roma-Napoli c’è un’utenza quotidiana di 42.000 persone che viaggia per diverse esigenze (studio, lavoro, salute etc.). I tempi di percorrenza arrivano a superare anche le due ore. Al contrario con una fermata Tav in linea si consentirebbe a tutti i cittadini di poter raggiungere Roma o Napoli in soli 35 minuti, e il progetto per la creazione della Fermata in linea dell’Alta Velocità del Lazio meridionale cuore dell’Italia Centrale rispecchia esattamente il “modello” di Reggio Emilia dove già è stato realizzato un progetto analogo essendo già presenti le infrastrutture necessarie che consentono una forte riduzione della quota d’investimento. Un’opera strategica già inserita nel Piano Industriale del Cosilam approvato a settembre 2018.

Cinzia Cerroni
CONDIVIDI