Sora: Offerta formativa territoriale, importante incontro all’Istituto Comprensivo 3

Si e svolto oggi a Sora, presso l’Istituto Comprensivo Tre, l’incontro tra il Dirigente scolastico Marcella Maria Petricca e i rappresentanti delle realtà locali, per dare attuazione alle linee di indirizzo del Ptof a.s. 19/22 e definire intese volte a realizzare un’offerta formativo educativa sinergica, per dare qualità tutte le azioni che si intraprendono per l’innalzamento dei livelli di istruzione, l’affermazione del ruolo centrale della scuola, il
contrasto delle disuguaglianze socio-culturali e territoriali, la prevenzione dell’abbandono scolastico, la garanzia del diritto allo studio e l’integrazione degli studenti.

In rappresentanza della XV Comunità Montana “Valle del Liri” e del suo presidente Gianluca Quadrini ha partecipato all’incontro nell’istituto sorano Antonio Di Sotto, vicepresidente dell’ente montano di Arce, insieme a rappresentanti dell’Aeronautica Militare, delle associazioni “Il Sagittario”, “Il Faro”, “Agendi”, “Carpe Diem”, all’assessore con delega all’Istruzione del Comune di Sora Floriana De Donatis.

“Come ente montano – ha fatto sapere Gianluca Quadrini – confermiano il nostro sostegno a questa iniziativa, meritevole di grande impegno da parte delle istituzioni locali, che hanno l’onere di essere vicine al territorio quando si parla di cultura, scuola, istruzione e giovani. Proprio a questi ultimi va la nostra attenzione, poichè vanno educati al rispetto e alle forme di imposizione. Recuperare quei valori persi, è possibile soltanto attraverso l’unione tra enti e associazioni che devono collaborare sinergicamente facendo squadra. Noi rappresentanti politici dobbiamo assumerci le nostre responsabilità in proposito, dimostrando di essere capaci di ascoltare e soprattutto di essere presenti. Un ringraziamento va alla dirigente scolastica Marcella Maria Petricca per l’impegno proficuo dimostrato in quanto – ha concluso il presidente dell’ente montano – sulla base delle norme vigenti i dirigenti scolastici hanno l’obbligo di dettare le linee di indirizzo per la formulazione del piano di offerta formativa, collaborando con esponenti delle istituzioni e delle realtà territoriali”.