Alatri. Morini: “Vince ancora la chiarezza e la governabilità”

Un consiglio comunale non del tutto sereno, quello che si è svolto questa mattina ad Alatri, su un tema che ha tenuto banco in questo periodo ed ha agitato la politica cittadina: la dichiarazione di pre-dissesto finanziario dell’Ente.

Accesi gli interventi dei consiglieri di opposizione, ma il sindaco ha rassicurato gli animi: “Niente allarmismi, niente crack -ha dichiarato –  una operazione economico-finanziaria del tutto legittima, quella del piano di riequilibrio, soprattutto alla luce delle reali condizioni dell’Ente”.

Le parole di Morini sono chiare: “ai Concittadini dico, ci aspetta un periodo non semplice dal punto di vista amministrativo, che avrà  alcune innegabili ricadute su tutti, ma non aumenteranno le tasse e porteremo a termine le opere già finanziate. Quanto deciso oggi in Consiglio Comunale servirà solo a non aumentare le somme comunque da pagare, con l’aggravio di spese legali, interessi finanziari e di mora.

Abbiamo lavorato in questi anni come formiche, cercando di ripianare un debito di cui non siamo responsabili, anno dopo anno, riducendo le spese, non facendo mutui, sempre pagando quelli arretrati prodotti da altri, purtroppo non è bastato. Il mancato pagamento da parte dei nostri creditori di circa 5 milioni di euro, il mancato incasso dei ruoli coattivi da parte di Equitalia per circa 8 milioni di euro, hanno impoverito troppo la disponibilità di cassa, portandoci alla condizione di dover ricorrere, per senso di responsabilità, al piano di riequilibrio, pur avendo tutte le carte contabili in regola. ”

 

Cinzia Cerroni