Alatri. Approvato il progetto “Alacre per Alatri”

Il Vice Sindaco, Fabio Di Fabio, annuncia l’approvazione di un importante provvedimento di giunta per le politiche attive del lavoro e la promozione dello sviluppo del territorio. “Grazie all’impegno personale del Sindaco Giuseppe Morini, il quale si è sempre dimostrato sensibile a questi temi, negli scorsi giorni la Giunta Comunale ha approvato il progetto “Alacre per Alatri” (Azione Lavoro e Crescita) che prevede la collaborazione con uno studio professionale di consulenza per l’istituzione di uno Sportello Operativo di Fertilizzazione del Territorio. Lo sportello rappresenta il giusto raccordo sul territorio per un confronto di crescita professionale e per consentire l’avvio di azioni positive rivolte al mondo del lavoro, ovvero alle imprese e in generale all’intero sistema economico locale. Con le azioni volte alla fertilizzazione del territorio si intende contribuire a dare opportunità a tutti, a favorire la crescita economica e occupazionale, a far nascere la cultura del partenariato, a conoscere le energie rinnovabili e il loro utilizzo, a salvaguardare l’ambiente. Inoltre le azioni di fertilizzazione previste sono: informazione e confronto per sostenere le azioni verso la crescita economica, dare risposte e indicazioni su come procedere, svolgere check-up energetici e ambientali di prima analisi, a richiesta, check-up di 1° livello rivolto alle imprese in difficoltà economica e occupazionale, a richiesta. Le aree tematiche principali che saranno trattate e che interesseranno le imprese, il lavoro e l’occupazione riguardano sono l’agricoltura e la trasformazione dei prodotti agricoli, i programmi di aiuto regionali in relazione ai fondi regionali ed europei, le problematiche connesse con le crisi d’imprese, l’energia e l’ambiente. Il comune di Alatri non avrà oneri se non la concessione in uso di locali, per il ricevimento dell’utenza e l’organizzazione degli eventi di promozione e presentazione e di workshop informativi periodici. Continua quindi l’azione di questa Amministrazione Comunale a favore dello sviluppo del territorio, attraverso i pur limitati strumenti di politiche attive del lavoro che la vigente normativa assegna ai comuni.”

CONDIVIDI