Aquino. Approvato il bilancio di previsione 2017

Nella seduta dell’11 aprile ’17 il Consiglio Comunale ha approvato il bilancio di previsione 2017. Lo strumento contabile è stato portato in Consiglio munito dei pareri favorevoli del revisore dei Conti e del Responsabile del Servizio finanziario.
Nel suo intervento l’assessore al Bilancio Avv. Carlo Risi ha sottolineato i punti più significativi di uno strumento finanziario indispensabile per la vita dell’Ente ed in particolare, per il secondo anno di seguito, la conferma delle aliquote dello scorso anno ed il mancato incremento delle tasse comunali, il cui gettito complessivo è stimato per euro 2.130.942, con una diminuzione di euro 94.000 rispetto al 2016 e di circa euro 180.000 rispetto al 2015. “Questi sono i dati reali, e verificabili da tutti, di una imposizione tributaria che non è affatto aumentata, anzi è lievemente diminuita in coerenza con il trend intrapreso dalla Amministrazione già da due anni. Completamente false sono le accuse del contrario che ci vengono rivolte da qualche oppositore extraconsiliare, a tal punto in mala fede e disinformato che ignora o finge di ignorare che negli ultimi bilanci approvati dalla Amministrazione che ci ha preceduto, aveva previsto entrate tributarie superiori a quelle previste da questa amministrazione sia nel 2010 (euro 1.261.219) che nel 2011 (euro 1.261.219) e sostanzialmente uguali nel 2012 (euro 2.124.269) Abbiamo raggiunto questo risultato nonostante l’elevata evasione che purtroppo affligge le finanze comunali stimata dagli uffici in circa 480.000 euro all’anno”
Tutti i servizi per la cittadinanza rimangono confermati alle stesse tariffe dello scorso anno così come risulta altresì confermato l’articolato piano di investimenti per opere pubbliche già previsto con il bilancio 2016, ad iniziare dalla integrale ristrutturazione della scuola elementare di Via Libertà per circa 1.400.000 euro cui si darà inizio nei prossimi giorni, espletate le procedure di gara già in corso, oltre al rifacimento ed ampliamento della pubblica illuminazione. ”Abbiamo ereditato nel 2013 un bilancio comunale di 4 milioni di euro – conclude l’Ass. Carlo Risi – e lo abbiamo portato, proprio con numerosi investimenti sul territorio, a 13 milioni di euro: chi oggi ci critica, propalando quotidianamente sciocchezze, ben avrebbe potuto – se ne avesse avuto voglia e capacità, negli anni in cui guidava la città – ristrutturare la scuola media, quella elementare, l’asilo di via Mazzaroppi, rifare 13 km di strade, risolvere il problema del sottopasso e del cavalcavia e tante altre cose, ma evidentemente questo era un compito superiore alle loro possibilità, che si limitano a fare chiacchiere vane a cui non crede nessuno”

CONDIVIDI